cerca

“L’autonomia non si annacqua e non si rimanda”, dice Stefani

Parla il ministro degli Affari regionali: “No a compromessi al ribasso e basta attese, altrimenti ne trarrò le conseguenze”

31 Gennaio 2019 alle 06:00

“L’autonomia non si annacqua e non si rimanda”, dice  Stefani

Il ministro degli Affari Regionali, Erika Stefani (Foto LaPresse)

Roma. Se le si dice che il 15 febbraio si comincia, lei subito corregge: “Si è cominciato da un pezzo ormai. Il 15 semmai si arriva alle battute finali”, dice Erika Stefani. E con lo sguardo indica i tre faldoni accatastati sulla sua scrivania, uno per ogni regione. “Veneto, Lombardia ed Emilia vogliono risposte concrete”, spiega la ministra per gli Affari regionali. “L’autonomia non si annacqua e non si rimanda. A metà febbraio il testo passerà in Consiglio dei ministri,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Valerio Valentini

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Giovanni Attinà

    31 Gennaio 2019 - 13:01

    Ma quale autonomia! Un governo serio dovrebbe modificare l'attuale titolo V della Costituzione, oltre che annullare quanto a suo tempo Prodi e compagni avevano modificato per accattivarsi le simpatie della Lega di Bossi . I mali d'Italia sono nati dallo sperpero di danaro delle regioni.

    Report

    Rispondi

Servizi