cerca

Il centrodestra a trazione leghista vince ancora. Il Pd tiene Brescia. M5s fuori dalle principali sfide

La mappa delle elezioni amministrative del 10 giugno con tutti i risultati

11 Giugno 2018 alle 12:30

Il centrodestra a trazione leghista vince ancora. Il Pd tiene Brescia. M5s fuori dalle principali sfide

Un centrodestra che si conferma sempre di più a trazione leghista, qualche timido segnale di ripresa del Pd, il M5s che fa diversi passi indietro. È questo, in estrema sintesi, il quadro che emerge dalle elezioni amministrative che si sono svolte ieri in 760 comuni di cui 20 capoluogo. 

 

Lo scrutinio non è ancora completamente terminato, ma i risultati sono più che acquisiti. La Lega e il centrodestra vincono al primo turno a Treviso, Vicenza, Barletta e Catania, vanno al ballottaggio, in vantaggio a Pisa, Viterbo, Terni, Teramo, Sondrio e Brindisi.

Il centrosinistra vince invece a Brescia e va al ballottaggio in vantaggio a Avellino, Ancona, Massa e Siena. Assente da tutte le grandi sfide, il Movimento 5 Stelle va al ballottaggio a Ragusa, città che amministrava.

Qui sotto la mappa interattiva del voto.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • oliolà

    11 Giugno 2018 - 18:06

    Qualcuno dice, FI scomparsa. Dice niente la tenuta del PD? Dice niente, in Padania, la Leonessa d'italia? Non ci saranno le bianche scogliere di Dover ma il bianco fiore di Brescia sì.

    Report

    Rispondi

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    11 Giugno 2018 - 16:04

    Al direttore - Cdx a trazione leghista? Ovvio, inevitabile. No! Sì! Il padre fondatore, Silvio Berlusconi, non ha saputo, o voluto con determinazione, fate voi, creare una credibile, autorevole, compatta linea di successione a se stesso. Ma l’uomo è quello, nel bene e nel meno bene. Gianfranco Fini s’è dimostrato un petulante nanerottolo politico, Angelino Alfano, il senza quid, è sopravvissuto tramite il trasformismo opportunistico, il gruppo dirigente e contorni di FI, vivevano comodamente sui voti che portava il Silvo. Il Cdx rappresenta, anche se in modo non omogeneo, la maggioranza degli italiani. Il Cdx è stata l’unica realtà politica che ha costretto l’area di sinistra a passare dall’egemonia all’alternanza. Nessuno sembra coglierlo, ma l’ultimo capolavoro politico di Berlusconi è stato d’aver dato via libera a Salvini. Ha permesso che la parte maggioritaria del Cdx andasse al governo e, ne fosse la golden share. Nel proseguo il Cdx, continua a vincere. Sofisteggiamo? Bah!

    Report

    Rispondi

    • Skybolt

      11 Giugno 2018 - 17:05

      Se SB riuscirà a gioire del fatto che il CDX vince senza la sua leadership, si dimostrerà almeno un politico di rango. Statista no, non se ne fanno più da noi, ma da molto molto tempo. Nemmeno De Gasperi.

      Report

      Rispondi

Servizi