cerca

L'Italia, il governo e i figli di Putin

Perché Matteo Salvini e Luigi Di Maio sono due facce della stessa medaglia

17 Marzo 2018 alle 06:13

L'Italia, il governo e i figli di Putin

Luigi Di Maio e Matteo Salvini (foto LaPresse)

Al direttore - Un partito che come la Lega si augura il fallimento dell’euro (contro ogni evidenza peraltro), propone attraverso suoi importanti esponenti l’uscita dalla moneta unica, salvo poi rimangiarsi tutto all’occorrenza, auspica il ritorno alla sovranità monetaria esclusivamente per continuare a indebitare il paese attraverso politiche dissennate di spesa, teorizza dazi e svalutazioni competitive come via maestra per la ripresa economica, non può di certo essere considerato liberale né, tanto meno, liberista: populismo e demagogia come non ci fosse un domani, questa è la sua cifra e sostanziale identità col movimento grillino.

Fabrizio Guarniera

  

Le idee di Salvini sono pericolose per l’Italia quanto quelle di Di Maio. Non so se i due governeranno insieme (povera Italia) so però che giorno dopo giorno quello che il Foglio aveva messo a tema prima delle elezioni si sta avverando: Salvini e Di Maio sono due facce della stessa medaglia e non possiamo sorprenderci se più passa il tempo e più, detto con affetto, i due deliziosi figli di Putin capiscono di essere fatti l’uno per l’altro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • iksamagreb@gmail.com

    iksamagreb

    18 Marzo 2018 - 08:08

    ...si, ma intanto che si cerca di ziminà le "due facce della stessa medaglia", PARE che Gentiloni zitto zitto riesca a concludere entro pochi giorni, 25 corrente, il Trattato di cessione di nostre acque territoriali al largo della Sardegna, alla Francia, come già promesso e sottoscritto dal Gentiloni nel 2015 quand'era Ministro degli Esteri. Così dice la Meloni. Dovrebbe essere una cosa molto seria, anche se nessuno ne parla. Una bufala? Una sordera bien administrada? Il Foglio, può dirci com'è la situazione?

    Report

    Rispondi

  • iksamagreb@gmail.com

    iksamagreb

    17 Marzo 2018 - 09:09

    Bon, abbiamo capito tutto: il poppolo italiota si è diviso in due masse di cretini, che sono le due maschere della stessa patacca. Stiamo in attesa del Commissario - inchino - UE, che rimetta in riga gl'italobambocci: la ricreazione è finita. Dove abbia letto il Sig. Guarniera il programma della famigerata Lega lo sa solo lui ma chissenefrega, oggi non si legge né si ragiona né si disputa: si gioca al ping pong delle battutacce, e vinca la peggiore. Spiace che il Foglio si appiattisca sul nihilismo qualunquista piuttosto che cercare di capire e spiegarsi il perché ci siamo ficcati in questo imbuto, di cui in democrazia siamo responsabili tutti, nessuno escluso. La realtà è sempre e solo l'inevitabile conseguenza di cause concrete, di situazioni antecedenti. Nulla succede "per caso", ma "per causa". Se non si capisce dove si sbaglia, si continua a sbagliare.

    Report

    Rispondi

Servizi