cerca

Stress test ai candidati

Tra facce nuove e volti noti, ecco chi quasi sicuramente siederà nel prossimo Parlamento

2 Marzo 2018 alle 14:32

Forza Italia

Il partito di Silvio Berlusconi è l’unico che, con Gregorio Fontana (responsabile dell’organizzazione, deputato uscente, ricandidato a Bergamo, giornalista), ha messo nero su bianco qualche statistica. Su un totale di 273 candidati alla Camera e 142 al Senato, gli uscenti sono solo il 18 per cento, il 43 per cento è costituito da donne, mentre i laureati incidono sul totale per il 73 percento. Niccolò Ghedini è il capofila dei 79 avvocati candidati, tutti in buona posizione, come Mariastella Gelmini, Laura Ravetto e Annagrazia Calabria, sicure). Francesco Ferri e Adriano Galliani, candidati rispettivamente alla Camera e al Senato in Lombardia guidano la schiera dei 79 imprenditori, tutti in ottima posizione. A sfidare il medico Paolo Siani, candidato indipendente del Pd nel collegio del Vomero, a Napoli, c’è per esempio l’imprenditrice del settore tessile Giusy Sorvillo. Andrea Mandelli è un farmacista e da mesi fa cinghia di trasmissione tra professionisti e leader di Fi. Tra i candidati (nel loro complesso) i liberi professionisti sono la maggioranza, mentre i lavoratori dipendenti sono solo il 43 per cento. Anche molti dei 27 tra docenti universitari e insegnanti in lista, come, per esempio, la docente di diritto Marzia Ferraioli, seconda in Campania al plurinominale, o la professoressa dell’Università di Salerno Caterina Miraglia hanno buone chance di farcela. In posizione più difficile, ma non impossibile, una nel milanese e l’altra nel casertano, ci sono invece due presidi, la deputata uscente Elena Centemero e Adele Vairo. Gli azzurri hanno messo in lista 23 medici, di cui sicuramente una mezza dozzina dovrebbe risultare tra gli eletti. Tra loro, la senatrice uscente Maria Rizzotti, quella rientrante Melania Rizzoli e il deputato uscente Paolo Russo, oculista. Ventiquattro i giornalisti candidati, quasi tutti sicuri: dai “nuovi” Giorgio Mulè (candidato in Liguria), Andrea Cangini (nelle Marche), Arturo Diaconale (nel Lazio) e Andrea Ruggeri (idem) all’uscente Gabriella Giammanco, sicura in Sicilia. L’unico sindaco uscente candidato sicuro è Massimo Mallegni. Il partito fondato dal Cavaliere è quello che promette una maggiore seniority: 53 dei ricandidati è già stato per due legislature in Parlamento, dove siedono anche alcuni recordman di esperienza parlamentare come Elio Vito o Maurizio Gasparri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi