cerca

Dove si vincono le elezioni del 4 marzo

L'esito delle votazioni si deciderà molto probabilmente al centro-sud. Regione per regione (in bilico) ecco i risultati delle ultime consultazioni politiche e le previsioni (prese prima del divieto di pubblicazione) sul prossimo futuro

21 Febbraio 2018 alle 10:56

LAZIO 1

Nella Città Metropolitana di Roma Capitale i Cinque stelle era nel 2013 al 32,12, con quasi 5 punti di vantaggio sul Pd. Il dato è stato confermato alle Comunali di Roma. A quel voto Forza Italia era precipitata ai suoi minimi, ma in compenso il dato della Meloni e poi il successivo risultato di Ostia dimostrano che Roma è una potenziale roccaforte di Fratelli d’Italia. E nel collegio An era il primo partito nel 1994 e 1996. Su 14 collegi il centrodestra in base alle intenzioni di voto si assicurerebbe i tre a sud di Roma: Marino con 6 punti di vantaggio, Guidonia Montecelio con 7 e Velletri con 11. In tutti e tre questi collegi centrosinistra e Cinque stelle sono appaiati.

 

In base alle serie storiche, il centrodestra è in testa anche a Fiumicino, a Castel Giubileo, Primavalle e Torre Angela, a Pomezia. Il centrosinistra avrebbe un unico collegio sicuro, l’Ardeatino. Potrebbe essere davanti al centrodestra anche al Gianicolense, al Tuscolano, al Trionfale e a Montesacro. Testa a testa al Collatino, con il centrosinistra in vantaggio. Stima: 8 a 6 per il centrodestra, o 9 a 5.

Maurizio Stefanini

Romano, classe 1961, maturità classica, laurea in Scienze Politiche alla Luiss, giornalista dal 1988. Moglie, due figli. Free lance impenitente, collabora col Foglio dalla fondazione. Di formazione liberale classica, corretta da radici contadine e da un'intensa frequentazione del Terzo Mondo. Specialista in America Latina, Terzo Mondo, movimenti politici comparati, approfondimenti storici. Ha pubblicato vari libri, tra cui “I nomi del male”, ritratto dei leader dell’asse del Male, "Ultras - Identità, politica e violenza nel tifo sportivo da Pompei a Raciti e Sandri", "Da Omero al rock. Quando la letteratura incontra la canzone" e ultimo "Alce Nero un «beato» tra i Sioux". Parla cinque lingue; suona dieci strumenti (preferito, fisarmonica).

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi