Il voto inutile secondo Confindustria

Viva il Jobs Act e la legge Fornero. Sì al metodo Macron e al modello tedesco. E il pericolo grillino? “Le imprese faranno la loro parte e non resteranno neutrali. No al protezionismo e al sovranismo”. Chiacchierata con il dg di Confindustria

Claudio Cerasa

Email:

cerasa@ilfoglio.it

Il voto inutile secondo Confindustria

Marcella Panucci con il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia (foto LaPresse)

A poche settimane dalla fine della campagna elettorale, a parte qualche eroico caso isolato, nessun pezzo da novanta della classe dirigente italiana, lo ha ricordato ieri il Foglio, è ancora sceso in campo per dire in modo esplicito che di fronte a un partito come il Movimento 5 stelle, pericoloso per la nostra economia, per la nostra democrazia, oltre che per la nostra grammatica, essere neutrali, oggi, significa già aver scelto chiaramente da che parte stare. La storia la conoscete:...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Skybolt

    09 Febbraio 2018 - 19:07

    Venerdì 2 febbraio alle 15 Luigino di Maio ha tenuto un incontro con 250 persone in Assolombarda a Milano.

    Report

    Rispondi

  • lorenzolodigiani

    09 Febbraio 2018 - 11:11

    Mi appaiono confortanti le dichiarazioni del dg di Confindustria. Se condivise dalla maggioranza dei suoi aderenti, possono costituire un tassello importante conto il sovranismo ed il populismo a favore di una societa’ aperta ed europeista. Non mi e’ parso chiaro, a riguardo della flat tax, il pensiero della Panucci. Quando afferma che una riforma fiscale si puo’ e si deve fare, pensa ai modelli proposti da Berlusconi e da Salvini?

    Report

    Rispondi

Servizi