Liberi ma non così uguali. Che fare con il Pd?

Tra Grasso e la politica c’è D’Alema. “I rancori vanno superati”, dice Bassolino. Mussi: “Con Renzi mai”

Liberi ma non così uguali. Che fare con il Pd?
Roma. Erano ad applaudire Pietro Grasso, domenica all’Eur, Antonio Bassolino e Fabio Mussi. “Ma in seconda fila. Non ho nessuna intenzione di candidarmi. Sedici anni posson bastare”, spiega allora Mussi, categorico. Mentre Bassolino al contrario non esclude nulla nel quotidiano possibilismo della vita: “Si vedrà”, risponde. “Se posso dare una mano, bene. Ma la mano la do nella misura in cui le mie idee saranno in linea con quello che succede”. E domenica, con loro, c’erano anche Pier Luigi Bersani...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • riflessivo

    05 Dicembre 2017 - 19:07

    Il Presidente Grasso non è un uomo politico, messo a capo di quella strana cosa di sinistra potrà fare solo brutte figure, un cosa deplorevole.

    Report

    Rispondi

  • mario.patrizio

    05 Dicembre 2017 - 14:02

    L'operazione non è votata al fallimento. Mica sono passati a miglior vita tutti i frequentatori delle Case del Popolo e le tessere che costituivano la forza del PCI?

    Report

    Rispondi

  • giantrombetta

    05 Dicembre 2017 - 10:10

    Abbiamo già avuto il disastro dell’Ulivo...evidentemente non basta. Ora a sinistra si profila un’intesa Renzi -Grasso, alleati naturali in pectore, dice Bassolino, per il nuovo governo. Riformatore e progressista e’ sottinteso. Le disgrazie, dicono i vecchi, non vengono mai sole. Non vorranno mica ridurci a pensare che Prodi e l’Ulivo erano il paradiso? Oddio, D’Alema (ancora e sempre lui?) non era il paladino dell’Ulivo mondiale con a capo quel santo uomo di Clinton da opporre a quello sporcaccione del Cav.?

    Report

    Rispondi

Servizi