Berlusconi vede il colpo in Sicilia: per gli exit poll in vantaggio il centrodestra

In attesa dei risultati ufficiali Musumeci avanti nella corsa alla presidenza della regione. M5s secondo, crollo del Pd che già ammette la sconfitta.

Nello Musumeci (LaPresse)

Nello Musumeci (LaPresse)

Urne chiuse in Sicilia, dove si è votato per la presidenza della regione. In attesa dello spoglio gli exit poll danno il candidato del centrodestra, Nello Musumeci, come possibile vincitore. A dirlo sono i sondaggi effettuati all'uscita dai seggi oggi da Istituto Piepoli e Noto Sondaggi per la Rai e quelli di La7. Il candidato del centrodestra è attestato tra il 36 e il 40 per cento per entrambi gli istituti di sondaggio. Alle sue spalle il candidato del M5s, Giancarlo Cancelleri, dato tra il 33 e il 37 per cento dalla Rai e tra il 34 e il 38 per cento da La7.

 

Staccati, e di molto, il candidato di centrosinistra e Ap, Fabrizio Micari (tra il 16 e il 20 per cento) e quello della sinistra, Claudio Fava (tra i 6 e il 10 per cento). Fermo tra l’1 e il 2 per cento il candidato di Siciliani Liberi, Roberto La Rosa. Il Partito democratico non aspetta i risultati ufficiali per parlare apertamente di sconfitta: "L’andamento degli exit poll conferma una sconfitta tanto netta quanto annunciata", ha detto Matteo Ricci, responsabile Enti locali del Pd. "Ne prendiamo atto e ringraziamo il professor Micari per l’impegno e la dedizione avuta, al pari di tutte le democratiche e i democratici che ci hanno sostenuto in questo difficile confronto. Ora dobbiamo ripartire da loro e dai tanti siciliani che ci hanno votato".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi