Terzietà del giudice, una chimera

La prassi e la cultura giurisdizionale italiane stanno costeggiando il baratro dell’incertezza del diritto. Ora iniziano a esserne consapevoli un po’ tutti, almeno a parole. Dunque, che fare?
Terzietà del giudice, una chimera
Non basta la raggiunta consapevolezza e non bastano le chiacchiere di contorno, ora occorrono fatti. Non basta che oggi finalmente si sia quasi tutti consapevoli che la cultura giurisdizionale da anni sta temerariamente costeggiando il baratro dell’incertezza del diritto e dunque sfiorando il disastro della sfiducia, sfiducia di tutti, compresi gli investitori in relazione ad entrambi i settori civile e penale. Passi da gigante in pochi mesi, forse anche per merito del record italiano di condanne della Corte europea dei...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi