La rottamazione che non c'è. Quell'Italia politica ferma allo spirito del '94

Bassolino a Napoli, Orlando, Miccichè e Bianco in Sicilia. È la politica degli highlander, quella in cui gli over 60 la fanno da padrone e la rottamazione generazionale predicata da Matteo Renzi resta lettera morta
La rottamazione che non c'è. Quell'Italia politica ferma allo spirito del '94

Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando

Palermo. Antonio Bassolino pronto a candidarsi a sindaco di Napoli. Mentre a Palermo e Catania regnano Leoluca Orlando ed Enzo Bianco. E nel campo opposto Silvio Berlusconi affida in Sicilia le sorti di Forza Italia nelle mani di Gianfranco Miccichè. Siamo nel 2015. O nel 1993. Fate voi, non cambia nulla. Nel Regno delle Due Sicilie il tempo s'è fermato. E il prodigio, si fa per dire, non riguarda solo gli indicatori economici e le dissestate infrastrutture. Ma prima ancora...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi