La rottamazione che non c'è. Quell'Italia politica ferma allo spirito del '94

Bassolino a Napoli, Orlando, Miccichè e Bianco in Sicilia. È la politica degli highlander, quella in cui gli over 60 la fanno da padrone e la rottamazione generazionale predicata da Matteo Renzi resta lettera morta

26 Novembre 2015 alle 13:40

La rottamazione che non c'è. Quell'Italia politica ferma allo spirito del '94

Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando

Palermo. Antonio Bassolino pronto a candidarsi a sindaco di Napoli. Mentre a Palermo e Catania regnano Leoluca Orlando ed Enzo Bianco. E nel campo opposto Silvio Berlusconi affida in Sicilia le sorti di Forza Italia nelle mani di Gianfranco Miccichè. Siamo nel 2015. O nel 1993. Fate voi, non cambia nulla. Nel Regno delle Due Sicilie il tempo s'è fermato. E il prodigio, si fa per dire, non riguarda solo gli indicatori economici e le dissestate infrastrutture. Ma prima ancora...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi