cerca

L'Ue boccia la "reverse change" sull'Iva

La misura vale 730 milioni circa nel bilancio italiano, probabili aumenti del prezzo del carburante

22 Maggio 2015 alle 18:25

L'Ue boccia la "reverse change" sull'Iva

La Commissione europea si oppone alla richiesta italiana per una deroga "reverse charge" dell'Iva alla grande distribuzione, perché non in linea con l'articolo 395 della direttiva sull'Iva e in quanto "non c'é evidenza sufficiente che tale misura contribuirà a contrastare le frodi". La misura vale 730 milioni circa nel bilancio italiano. Per cautelarsi da un eventuale stop comunitario, il governo si era cautelato l'aumento delle accise della benzina e del gasolio da far scattare dopo il 30 giugno.

 

La Commissione ha adottato una comunicazione al Consiglio, esprimendo la sua opposizione. Per quanto riguarda la richiesta di introdurre una misura speciale per le entita' pubbliche che dovrebbero pagare l'Iva su un conto separato anziche' al fornitore, la Commissione ha indicato che "e' tuttora in corso di analisi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi