cerca

Derubare i mendicanti

L'Italia ha un grosso problema di criminalità e sicurezza. Il caso Alessandria e la guerra ai questuanti

3 Febbraio 2018 alle 06:10

Derubare i mendicanti

Foto LaPresse

La Stampa ieri aveva questo titolo: “Alessandria dichiara guerra ai questuanti: elemosina vietata quasi ovunque e denaro confiscato ai mendicanti”. Ammetto di essere stato impressionato. “Denaro confiscato ai mendicanti” significa infatti, allo stato delle leggi vigenti, che il Comune di Alessandria proclama di voler derubare i mendicanti delle elemosine che hanno raccolto. Più precisamente, non si tratta di un furto, ma di una rapina, a mano armata nel caso in cui i vigili urbani siano armati. Ho letto l’articolo. Riferiva la decisione del Consiglio comunale, che ha una maggioranza di destra e un sindaco leghista, di rendere permanenti e inserire nel Regolamento di Polizia urbana le misure di “guerra all’accattonaggio” che l’anno scorso fecero già un ricercato chiasso. Arricchite ora da un “emendamento che prevede la confisca amministrativa del denaro che costituisce il prodotto o il profitto della violazione”.

 

Ho cercato in rete notizie ulteriori, perché la questione mi tocca: io faccio da sempre l’elemosina e non escludo di chiederla, un giorno o l’altro. Mi tocca davvero: un fervido consigliere, uno abituato a chiamare i questuanti “abbronzati”, ha infatti suggerito di sanzionare anche chi fa l’elemosina, oltre a rapinare chi la riceve. Un’altra fonte locale, una radio, conferma a sua volta che “secondo la norma votata dall’aula, i vigili urbani potranno anche sequestrare il denaro frutto della questua”. C’è un grosso problema di criminalità e di sicurezza, in Italia, reale e percepita. Non l’avevo mai percepito tanto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Dario

    Dario

    05 Febbraio 2018 - 22:10

    "Guarda che quelli fingono sempre, non gli dare niente!". Ho sempre pensato che questo ragionamento fosse un alibi. Chi tende la mano forse finge disgrazie, o disgrazie più grandi di quelle che ha veramente, ma è un problema suo. Il mio problema è quello di decidere cosa fare di fronte a una mano tesa a chiedere.

    Report

    Rispondi

Servizi