AGNELLO

Tra le parole più legate alla nostra Pasqua – e pure la prima vittima, la più mansueta tra tutte le bestie, della nostra santificazione vorace.

3 Aprile 2015 alle 18:02

AGNELLO
AGNELLO. Tra le parole più legate alla nostra Pasqua – e pure la prima vittima, la più mansueta tra tutte le bestie, della nostra santificazione vorace. “La gioia di non essere io / il lupo dei loro agnelli…” (Wislawa Szymborska). Più poeti darebbero forse meno colesterolo e meno crudeltà. E più aria alle arterie. Del cuore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi