La sharia è ormai inglese come il cielo grigio a Londra

La Bank of England ha aperto le sue porte alla finanza islamica, mentre salgono a tre gli edifici governativi a Londra dove vige la sharia, per via del trasferimento di questi palazzi a investitori islamici.

16 Febbraio 2016 alle 06:12

La sharia è ormai inglese come il cielo grigio a Londra

Nel 1996 il Principe Carlo, erede al trono inglese, disse: “L’occidente materialista ha molto da imparare dall’islam”. Sembra che a Londra, per una volta, lo abbiano preso sul serio. La Bank of England ha aperto le sue porte alla finanza islamica, mentre salgono a tre gli edifici governativi a Londra dove vige la sharia, per via del trasferimento di questi palazzi a investitori islamici.

 

Sono oltre cento le corti della sharia che operano legalmente in Inghilterra, regolando il diritto familiare nelle comunità musulmane. Quattro dipartimenti del governo (Lavoro e pensioni, Tesoro, Fisco e dogane, ministero dell’Interno) hanno riconosciuto la poligamia. La sharia sta diventando britannica come il fish and chips e il cielo grigio di Londra. Presto l’imam Anjem Choudary, che invoca l’instaurazione del califfato in Inghilterra, sarà chiamato a dare lezioni di etica alla Camera dei Lord?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi