cerca

Dov'è l'ispirazione

Come perderla o trovarla tra creatività e mercato. Non tutti pazzi per le suggestioni ecclesiastiche e siciliane di Dolce&Gabbana

6 Marzo 2018 alle 14:40

Dov'è l'ispirazione

Cose visivamente ricche e complesse, ma di decodifica semplice, domenica scorsa alla sfilata di Dolce&Gabbana (foto LaPresse)

Domenica 25 febbraio, sotto un boccascena di gesso di gusto barocco, i Dolce&Gabbana hanno fatto sfilare una colossale collezione di generica ispirazione ecclesiastica. Cose visivamente ricche e complesse, ma di decodifica semplice: molti putti boccoluti della scuola di Melozzo da Forlì che già piacevano a Elio Fiorucci stampati e ricamati su t shirt e vestiti; molti ampi pannelli in forma di mitra vescovile rovesciata applicati a mo’ di grembiulino sulle gonne corte; una maglietta con la scritta “fashion sinner”, peccatrice...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi