Come salvare i puzzoni

Trattato sugli odori. Dal codice Serracchiani al cinema e a Pitti Uomo, tanta voglia di lavanda

Marylin Monroe

Marylin Monroe (foto Lapresse)

Acqua, saponi e deodoranti”. Vade retro corpi mal lavati e puzze non identificate. Il consenso è profumato di lavanda mentre l’urna vuota ha la fiatella, la giacca stazzonata e il tallone marmorizzato della pedicure mai fatta. A combattere contro le derive dell’olfatto, senso sfacciato e autentico, e la retorica sempre nuova del “puzzone” da “aridarce” non c’è solo Debora Serracchiani con il suo decalogo del saper vivere minimo consegnato ai sindaci del Friuli che, se l’avrà fatto scrivere, sarà per...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi