Chi è Cristiana Girelli, la bomber che segna come Del Piero

Un suo gol dalla distanza ha permesso all'Italia di pareggiare contro la Francia

Chi è Cristiana Girelli, la bomber che segna come Del Piero

Cristiana Girelli (a destra) esulta con la compagna di squadra Aurora Galli dopo il gol alla Francia (foto LaPresse)

I gol di Cristiana Girelli ci salvano spesso le chiappe e, cosa ancora più interessante, lo fanno quando meno ce lo aspettiamo. Sabato scorso, a Marsiglia, l’amichevole di Francia-Italia (finita 1-1) era cominciata da sei minuti quando lei, dai 35 metri, ha mandato in rete un pallonetto che qualcuno a corto di Gialappa’s band ha definito beffardo. La prima volta che giocò in Nazionale, nel 2013, entrò per ultima e segnò al 93esimo, assegnandoci una partita che altrimenti sarebbe finita zero a zero e assicurandoci la qualificazione agli europei. Milena Bertolini, ct della Nazionale femminile, ha twittato, da Marsiglia, che la partita è stata sofferta, ma ha dato prova del carattere e dello spirito di squadra delle italiane: senza Cristiana non lo avrebbe potuto scrivere, dunque il carattere testato è soprattutto il suo. E’ al Brescia da quasi cinque anni, prima era al Bardolino (Verona), dove una volta per convincere i veneti di quella parte di mondo ad andare a guardare le partite di calcio femminile, si fece fotografare nuda, di spalle, sotto la doccia, mentre baciava un pallone: oggi sarebbe appropriazione culturale, ma allora la squadra provvide a tappezzare il paese con quello scatto e tutti seppero che anche le donne giocano e amano il pallone. L’anno scorso, in un’intervista, ha detto di non avere idoli particolari, che le interessa vincere e di aver iniziato a giocare da bambina, con i maschi: furono loro a dirle, per primi, “apperò, sei brava!” (quando è diventata grande, qualche altro maschio ha scritto che segna come Del Piero). E’ nata a Gavardo, vent’anni dopo Edoardo Bortolotti, che stava per diventare un gigantesco campione, un difensore di quelli che poi si sarebbe detto ai principianti “sei come Bortolotti”, se non avesse avuto molta sfortuna e troppa tristezza.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi