cerca

Come fare bella figura senza necessariamente sapere quel che si dice.

Il condominio

L’80 per cento degli italiani possiede la casa in cui abita. Ecco perché non può mai mancare qualche argomento stranoto da rivendere alla prima conversazione

4 Gennaio 2019 alle 06:00

• Con le riunioni condominiali si sconta l’illusione di aver fatto un affare a comprare tre locali semicentrali a un prezzo tanto conveniente. Convenirne.

 

• Solitamente la riunione condominiale si tiene in seminterrati muffosi o in solai, gelidi in inverno e torridi in estate. Non appena si incontra in ascensore un condomino particolarmente bellicoso parlargli di conflittualità e Feng Shui. Osservare la sua espressione per capire se è il caso di non insistere.

 

• Avere avversato per anni la nuda proprietà, ritenendola un generatore di cattivi pensieri. Poi, avere conosciuto la vecchia del terzo piano e ora essere decisamente a favore.

 

• Chiedersi quale tipo di perversione masochistica spinga un uomo a diventare amministratore di condominio. Sempre tuonare contro.

 

• In cuor proprio ammirare la tempra dell’anziana coppia del primo piano che da venticinque anni sabota il progetto di far installare l’ascensore.

 

• A Milano esiste l’antenna centralizzata obbligatoria per i condomini da oltre un trentennio; a Roma i tetti hanno talmente tante antenne individuali che sembrano dei trapianti tricologici venuti male. Interrogarsi su quale sia la latitudine al di sotto della quale le antenne centralizzate deperiscono.

 

 

• Avere combattuto per anni contro un maniaco che si divertiva a togliere i pomelli dalle porte interne dell’ascensore. Finché il ragazzino responsabile non è stato colto sul fatto dalla portiera che lo ha giustiziato seduta stante nell’androne. Plaudire.

 

• Come fa il setter di quello del quarto piano a lasciare impronte fangose di zampe sulle scale in pieno luglio?

 

• Però il portiere è una bella comodità! Convenirne. (Vedi seguente)

 

• Il portiere fa subito chic, la portiera fa subito suburbio. Seguono discriminazioni di genere.

 

• Ve lo buco quel pallone, eh! Un evergreen.

 

• Una volta le portiere avevano due soli tipi di figli: bravi, studiosi, rispettosi, rapidamente laureati in ingegneria col massimo dei voti; oppure scioperati, zotici, al limite della piccola delinquenza. Ora, con la diffusione dei voli low cost, sono venute meno anche queste certezze.

 

• Avere da ridire sulla gestione del riscaldamento centralizzato: sindacare il giorno di accensione, gli orari di funzionamento, la temperatura. Per modificare uno qualunque di questi parametri sarebbe necessario frequentare le riunioni condominiali. Preferire il mugugno.

 

• Avere un amico che quando è giù si fa dare la delega per frequentare le riunioni condominiali degli amici, perché neppure i film di Tarantino raggiungono quel livello di violenza liberatoria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi