cerca

I quotidiani online

L’informazione via web sta diventando sempre più a pagamento, è un trend. Così ci si consola facendo uno zapping furioso tra gli articoli rimasti gratuiti. Che li avversiate o ne siate dei forsennati fruitori, non mancate mai di dire la vostra sui quotidiani online

18 Aprile 2014 alle 09:59

I quotidiani online

- Trascorrere più tempo a informarsi sulle stravaganze delle star che sulle notizie vere. Dolersene.

- Fare una stima di quanto tempo si sprechi attendendo il caricamento di video di cazzate. Di seguito considerare con piglio filosofico come sia possibile essere contemporaneamente dilaniati tra il senso di colpa e la determinazione a proseguire nell’attività che lo provoca. 

- Guardare tutti i servizi con donne nude. Contestualmente dissentire ideologicamente.

- Le foto di animali che fanno cose da umani: che palle!

- Le foto di animali tenerissimi: che palle!

- Le foto di animali: che palle!

- Nutrire un’insana passione per ogni tipo di classifica. Dire di aver letto una volta un articolo sui dieci rutti più potenti della storia.

- Il trend è che i siti dei quotidiani diventino sempre più a pagamento. Prevedere un aumento esponenziale delle puttanate free.

- Lingerie, arredamento, viaggi, libri per le vacanze, animali domestici: aborrire.

- Navigare sui siti dei quotidiani stranieri per individuare le notizie più superflue che, dopo qualche settimana, appariranno su quelli italiani. Sentirsi cosmopoliti e molto avanti.

- Scovare video deplorevoli e postarli su Facebook con commenti incresciosi: si segnala sul sito di Libération la performer Milo Moiré che depone le uova.

- Navigare tra le notizie inutili è una forma estrema di onanismo, perché a fronte di un piacere opinabile produce la medesima spossatezza della versione tradizionale.

- Stilare classifiche del video più inutile. Tuttora imbattuto lo sbucciatore di mele col trapano.

- Miley Cyrus che smignotteggia alla grande per fare dimenticare i suoi trascorsi disneyani: inflazionata, comunque apprezzabile lo spirito dada.

- Provare scarso interesse per sapere come si possa cuocere un uovo in trentasette modi diversi, ma far scorrere ugualmente tutta la gallery.

- Se si riesce a gestire con oculatezza la lettura dei siti dei vari quotidiani, si può arrivare a risparmiare anche un 25% di lavoro ogni giorno. Di seguito lamentarsi poiché servirebbero giornate di quarantotto ore per fare tutto quel che c’è da fare.

- Andare da sempre in vacanza nello stesso posto, ma non resistere quando ci si imbatte nel titolo: “I dieci posti da visitare prima di morire”. Contestualmente fare scongiuri sotto la scrivania con la mano libera dal mouse.

- Cercare avidamente notizie sulle serie tv non ancora in onda in Italia per fare i fighi con gli amici.

- I selfie delle star: vedi “Le foto di animali”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi