cerca

I single

Le statistiche dicono che sono in aumento, le aziende creano prodotti solo per loro e, almeno per qualche tempo, lo siamo stati tutti. Felicemente sfidanzati o in attesa di rifidanzarsi al più presto, eccovi alcune idee da rivendersi in società quando si parla di single.

8 Aprile 2011 alle 00:00

– Il loro frigorifero è sempre vuoto, salvo per uno yogurt del 2007.

– Di solito si fanno truffare da una colf che finge di lavargli i pavimenti mentre gli riempie solo la lavatrice.

– Rincasare dal lavoro e per un’ora poter fissare il muro senza doversi giustificare è un momento di totale appagamento.

– Le pere e le mele in porzione singola costano il doppio delle altre. Ravvisarvi un residuo di concezione cattolica della famiglia.

– Al contrario dei single, le single vivono in case pulite; se sono troppo pulite però si chiamano zitelle.

– I single maschi che vanno a cena dalla mamma quattro sere alla settimana sono una piaga sociale. Evitare di innamorarsene per non votarsi all’infelicità.

– Sovente i single maschi passano dalla fase adolescenziale alla senescenza senza transitare dalla maturità. Dolersene con le amiche, ma solo in tono ironico, per scongiurare il sospetto di inacidimento.

– A dispetto della letteratura e del cinema che ne hanno dato un’immagine del tutto irrealistica, la quotidianità dei single è fatta prevalentemente di cibi scadenti e programmi televisivi incresciosi.

– Il numero di gadget elettronici è direttamente proporzionale alla durata della condizione di single.

– Uno degli oggettivi vantaggi di essere single è che si può dormire a quattro di bastoni.

– Essere single e molto felici si può. Meno si insiste sul concetto più si è credibili.

– Detestare le vecchie zie che prima ti chiedono sei hai la fidanzata e che poi, quando gli hai risposto di no, ti prendono a braccetto dicendo “Ma sì, si sta meglio da soli.” ma si vede che pensano “Che sfigato!”.

– Ormai si è sviluppato tutto un marketing dedicato ai single. Se qualcuno fa questa osservazione non mancare di concionare contro una società di consumatori e non di persone.

– Il supplemento camera singola nei viaggi organizzati è una forma di sanzione sociale della condizione di single.

– Essere single è una vocazione. Avere un’amica che ne ha sposati diversi.

– In Italia il single non è ancora pienamente sdoganato: se a San Francisco vai a cena al ristorante da solo sei cool, se lo fai da noi sei uno sfigato. Notazione antropologica che rivela uno stile di vita internazionale.

– Cosa c’è di più triste di una tavolata di quindici donne in pizzeria? Se lo chiede un uomo lascia intendere di essere uno di quelli come non se ne fanno più, se lo chiede una donna è una coscienza critica anticonformista.

– L’economia penalizza il single a favore delle relazioni di coppia, anche se espone queste ultime alle sue stesse dinamiche: investimento dissennato, sviluppo selvaggio, stagnazione, crack.

– Tutti i single maschi per un certo periodo della loro vita hanno indossato biancheria intima rosa, poi alcuni hanno imparato a fare il bucato, gli altri si sono sposati.

– Ogni cenone natalizio che si rispetti deve avere almeno un single, così che tutti possano sentirsi più buoni. Eventualmente chiosare che Bridget Jones è dentro di noi.

– Il “Quattro salti in padella” nel carrello del supermercato è il marchio del single.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi