cerca

Le vacanze

L'estate si sta avvicinando, è tempo di pensare alle vacanze. Ecco come non farsi trovare impreparati.

4 Giugno 2010 alle 00:00

- Il massimo del glamour è restare a casa e non fare assolutamente niente

- Ormai alle Maldive vanno solo i poveri. Il lumpenproletariat va in charter a Sharm-el-Sheikh

- Tutti gli anni arrivo alle vacanze così sfinita che ci metto quindici giorni a riprendermi, giusto quando è ora di tornare: praticamente non vale neanche la pena di partire

- Le Lipari le ho già fatte e anche le Eolie. Se qualcuno fa notare che sono la stessa cosa replicare con nonchalance che dall’aliscafo le isole sembrano tutte uguali

- Notare che le vacanze estive sono un’invenzione del dopoguerra dimostra una solida preparazione storica

- Il mare è popolare, la montagna è più elitaria, ma a me mette una malinconia

- In agosto non si può andare da nessuna parte, paghi tutto il doppio, stai sempre in fila e ti trattano col culo

- Una volta ho passato un agosto al lago; ero così depresso che avrei potuto fare l’animatore a Lugano

- Da quando c’è internet le agenzie viaggio per me possono anche morire

- Da quando c’è internet le agenzie viaggio sono così disperate che ti troverebbero anche un last minute per Marte

- Il mare fa bene perché c’è lo iodio. Me lo diceva sempre mia nonna quando mi tirava giù dal letto alle sei e mezza per andare a respirarlo

- Informarsi sul fattore di protezione della crema solare del vicino di ombrellone. Se è più alta della propria cambiare discorso

- Ma quando il Papa va a passeggiare in montagna ci va con tutti gli uomini della sicurezza?

- La barca è un incubo: se è sotto i 24 metri si dorme in lettini per anoressici, ci si fa la doccia con un bicchiere d’acqua e, di solito, si rompono le amicizie; se è sopra i 24 metri si rischia di assomigliare a Christian De Sica nei panni di Cristiano Gardini

- I veri viaggiatori sono una piaga sociale perché sono alla continua ricerca di posti non ancora devastati dal turismo. Così, se li trovano, dopo un po’ ci vanno tutti

- Se qualcuno dichiara l’intenzione di voler fare gli Stati Uniti coast to coast chiedergli se ci sia una qualche legge che vieti di percorrerli dal Canada al Messico

- Negli anni '60 i bambini della classe media andavano in albergo in Liguria, quelli della classe medio-bassa andavano in pensione sull’Adriatico. Per fortuna poi è arrivato il ’68

- Faticare sempre a distinguere Kahtmandu e Timbuctu. Grazie al cielo ci si va in aereo

- Londra è bella ma è carissima: l’unica cosa che sono riuscito a comprare è una tazza con la scritta Harrod’s. Cogliere l’occasione per commentare con ammirazione la foodhall

- Raccontare le proprie esperienze di viaggio in Cina è consentito solo se antecedenti ai fatti di Tien An Men. Altrimenti dire solo che i cinesi fanno tutto in modo diverso da noi: per esempio per loro il piano terra è il primo piano

- E' molto avanti boicottare la Cina per protestare contro la sua politica nei confronti del pacifico Tibet. Ricordare che la storia tibetana è piena di guerre, saccheggi e ingiustizie qualifica come intellettuali fuori dal coro

- La città deserta a Ferragosto ha una sua poesia unica. Prima di decantarla verificare di avere in casa almeno un pacchetto di sigarette

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi