cerca

Urne di antimafia

Dove c’era un blocco granitico ora ci sono scandali e polemiche. In Sicilia si fanno difficili le elezioni per i professionisti della lotta a Cosa nostra

2 Ottobre 2017 alle 12:08

Urne di antimafia

LaPresse/Elisa Contini

Un tempo qui era tutta antimafia. Ma lo sputtanamento non c’era ancora stato. La Sicilia tra poco più di un mese va a votare per le attesissime regionali ed è la prima volta dopo i tormentati anni di scandali, screzi e anatemi che hanno sconquassato il potente movimento dell’antimafia organizzata, quello che in questi anni ha sempre giocato un ruolo da protagonista sulla scena pubblica isolana, con alterne fortune. E che da qualche tempo colleziona dispiaceri, tra inchieste giudiziarie che...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • travis_bickle

    02 Ottobre 2017 - 14:02

    Beh, non significa che i professionisti dell'appoggio a Cosa Nostra (Forza Italia, fondata dal concorsore esterno dott. bilbbliofil. pregiud. Marcello dell'Utri) possano cantare vittoria.

    Report

    Rispondi

Servizi