cerca

Cavalli di storia e di luce

Da Berlino a Roma le grandi sculture mutilate di Gustavo Aceves. Accanto al Colosseo una processione silenziosa che richiama le diaspore dell’antichità e le migrazioni d’oggi

21 Novembre 2016 alle 15:03

Gustavo Aceves

I cavalli di Gustavo Aceves per l’imponente installazione scultorea “Lapidarium”: a Roma, fino all’8 gennaio nell’area archeologica che va dall’Arco di Costantino alla piazza del Colosseo e fino ai Me

Per Jonathan Swift, irlandese di nascita, pastore anglicano e sferzante polemista settecentesco, i cavalli sono esseri saggi e molto intelligenti che vivono in una società affidabile e pacifica basandosi su un sofisticato metodo di comunicazione. Nella sua opera più conosciuta, “I viaggi di Gulliver”, dedica loro la quarta e ultima avventura del protagonista, quella meno letta nelle scuole, e li chiama “Houyhnhnms”, evidenziandone la superiorità rispetto a quegli “esseri brutali e selvaggi” che ospitano nelle loro terre – denominati “Yahoos”...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Giuseppe Fantasia

È nato a L’Aquila, ma vive a Roma, ha una laurea in Legge, ma ha scelto di fare il giornalista. Scrive per l'HuffPost Italia, Marie Claire ed Elle Decor. Su Il Foglio si occupa delle pagine culturali, scrive di libri, arte e spettacolo e ogni giovedì c'è "Odo Romani far Festa", la sua rubrica da cui viene fuori tutto il meglio (e il peggio) delle feste della Capitale e non solo. GiFantasia su Twitter, @gifantasia, su Instagram

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi