cerca

Fatti, commenti, appuntamenti del giorno presi dal taccuino di Mario Sechi

Renzi e Merkel a Maranello e le altre notizie del giorno

Ai funerali delle vittime del sisma Monsignor Domenico Pompili racconta il mito della “natura buona” e dice che a uccidere "sono le opere dell'uomo". Esteri, oggi Trump vola in Messico. Fatti, commenti, appuntamenti del giorno presi dal taccuino di Mario Sechi

31 Agosto 2016 alle 09:21

Renzi e Merkel a Maranello e le altre notizie del giorno

I parenti delle vittime del terremoto piangono sulle bare ai funerali di martedì (foto LaPresse)

San Giuseppe d'Arimatea.

 

Titoli. Ha parlato il vescovo. L’ordine d’apparizione ora è completo. Tutte le parti in commedia sono salite sul palcoscenico del terremoto. Sua Eccellenza Monsignor Domenico Pompili deve averci pensato a lungo, a quella frase, avrà immaginato gli applausi, l’acme dell’omelia funebre: “Il terremoto non uccide. Uccidono le opere dell’uomo!”. Poteva pregare e officiare, il Monsignore, invece s’è fatto rapire dalla tentazione di raccontare il mito della “natura buona” e dell’uomo cattivo, del creato che non offende e si difende dall’azione dell’essere umano, una storia arcadica rotta dall’invasione barbarica delle “opere dell’uomo”. Il tono grave, la piazza di Amatrice colma di dolore, lo scenario di un sussulto biblico. A Sua Eccellenza il vescovo di Rieti deve essere apparsa la visione celeste di Jean-Jacques Rosseau che gli parlava del mito del ritorno alla natura.

 

Tanto veemente, il Monsignore, quanto insufficiente. Dunque non c’è caso, non c’è fortuna, non c’è sorte, c’è solo la mano malvagia dell’uomo. Così il racconto del religioso viene travolto dal suo primitivismo che finisce per rivoltarsi in determinismo. Niente fato, solo il fatto. Che si risolve in contrappasso dantesco. Ad Accumoli il campanile della chiesa è crollato su una casa, un’intera famiglia è stata distrutta: marito e moglie poco più che trentenni e due figli. Travolti dalle macerie, Andrea e Gabriella sono morti abbracciati, vicino ad Andrea e Riccardo, 8 anni e 8 mesi. L’abitazione faceva parte di una schiera di case che ha resistito al sisma, tranne quella della famiglia Tuccio, colpita dal collasso del campanile. Se non c’è fato, se il terremoto è naturalmente buono, se la morte è il progresso, se il lutto è la civilizzazione, allora… c’è stata incuria della Curia?

 

I titoli dei giornali registrano la scossa retorica del vescovo: “Sisma, l’atto d’accusa del vescovo” (Corriere della Sera); “Il killer è l’uomo non il sisma”, l’accusa del vescovo ai funerali (Repubblica). Impaginano l’immancabile inchiestona: “Sisma, sequestri a tappeto” (Carlino-Nazione-Giorno); “I fondi spariti della ricostruzione” (La Stampa); “Svaniti in consulenze i fondi del terremoto” (Secolo XIX). Siamo al capitolo dell’azione delle procure che svetta nel surreale, chiosato da un titolo del Giornale: “Indagano anche i morti”. Tutti dentro, vivi e morti. Nessuna salvezza, è il terremoto italiano.

 

***

 

Renzi-Merkel a Maranello. Oggi l’incontro bilaterale tra Italia e Germania. Renzi riceverà alle 15:45 la cancelliera Angela Merkel nella sede della Ferrari. Conferenza stampa alla fine dell’incontro tra i due capi di stato. Il vertice fa parte del tour diplomatico della cancelliera in vista del Consiglio europeo di Bratislava del 16 settembre. In agenda il post-Brexit, praticamente il futuro dell’Unione.

 

Diplomazia italiana in Germania. Il ministro dell’Industria Carlo Calenda parla dei rapporti con Berlino (e la Francia) in un’intervista al giornale economico Handelsblatt. Mossa diplomatica, avvicinamento delle posizioni italiane a quelle tedesche. O sarà il contrario? Lo vedremo presto.

 

America. Wolfowitz non sa per chi votare. Lo racconta Politico, Paul Wolfowitz, uno dei Vulcans (il gruppo dei neocon che forgiarono l’amministrazione Bush, raccontato in un saggio formidabile di James Mann), già a capo della Banca mondiale, si trova di fronte al dilemma del voto presidenziale: Clinton e Trump non lo convincono. Hillary è lontana dal suo mondo, Trump è più di una scommessa al buio.

 

America. Trump dal presidente del Messico. The Donald vola oggi a Città del Messico per incontrare il presidente Enrique Peña Nieto. L’incontro avviene prima del discorso in cui Trump svelerà il suo piano contro l’immigrazione. Mossa a sorpresa.

 

Spagna. Voto di (s)fiducia per Rajoy. Primo passaggio oggi in Parlamento. Rajoy avrà i numeri per formare il governo? C’è chi teme un terzo turno elettorale a dicembre. Il disastro istituzionale della Spagna. In Italia c’era perfino chi voleva imitarne la legge elettorale.

 

31 agosto. Nel 1996 in un incidente stradale a Parigi muore la Principessa del Galles, Diana Spencer. Con lei muore anche il suo compagno, Dodi al-Fayed.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi