cerca

Fatti, commenti, appuntamenti del giorno presi dal taccuino di Mario Sechi

Grecia-Germania sembra una faccenda da calcio mercato

Il piano B? Il due TsipraFakis sta studiando il funzionamento del Bitcoin… di questo passo arriveranno a prendere in considerazione il teletrasporto di Star Trek. Sempre per restare nel settore dello sci-fi, ecco il titolo del Giornale: “Renzi si inchina alla Merkel” ammobiliato con un occhiello da ucronia: “Quarto Reich”.

2 Luglio 2015 alle 10:16

Grecia-Germania sembra una faccenda da calcio mercato

Santi Processo e Martiniano, martiri.

 

Titoli. Grecia-Germania sembra una faccenda da calcio mercato, un affare di quelli che si facevano un tempo all’Hotel Gallia a Milano, un via vai di procuratori e penultimatum per avere il sì del bomber. Basta leggere il titolo d’apertura del Corriere della Sera: “Tsipras insiste, trattativa bloccata”. Pensavo che i retroscena sui giornali italiani fossero finiti, si sono (auto)rovinati abbastanza, invece no, l’inviato italiano (Federico Fubini) nel Peloponneso non esporta né la democrazia né il capitalismo ma “il retroscena”. Eccolo, il titoletto: “Il piano B di Varoufakis, ma il governo si spacca”. Il piano B? Il due TsipraFakis sta studiando il funzionamento del Bitcoin… di questo passo arriveranno a prendere in considerazione il teletrasporto di Star Trek. Sempre per restare nel settore dello sci-fi, ecco il titolo del Giornale: “Renzi si inchina alla Merkel” ammobiliato con un occhiello da ucronia: “Quarto Reich”. Merkel in divisa teutonica? Uhm, più maestrina, forse, almeno così appare su La Stampa: “Merkel boccia Tsipras, si va al voto”. Attenzione, torna il gelo del nord. Ieri colpiva lo “spiraglio” nel titolo del Messaggero, oggi s’impagina su Repubblica il fenomeno atmosferico, anomalo per la stagione: “La Merkel gela la Grecia”. Meteo-politica. L’abbiamo evocato, arriva con il caffè, è il meglio in fatto di bottega e portafoglio, Il Messaggero. Titolo d’apertura: “Stop ai negoziati, Grecia al voto”. Vabbè, notizie? Quella da radiotaxi è in alto, nella fascia sotto-testata: “Pista serba per Roma e Lazio, vicini Mitrovic e Milinkovic”. Annamo va’. Buona giornata.

 

Grecia, che dire? Per ora, niente. Mentre penso al nada de nada della situazione, alle conversioni dadaiste di moneta, al diktat e all’oxi, arriva a confortarmi nel nada la newsletter di Paul Donovan per UBS: “Non c'è davvero niente di intelligente da dire sulla situazione greca, e così un economista sensibile non dirà nulla. I politici, invece, stanno ancora parlando”.

 

Cosa succede dopo il referendum? Per gli amanti del monopoli politico-finanziario, ecco la visione di due grafici, uno di Barclays e l’altro di Bloomberg. Buon rompicapo.

 

Ecco lo schema di Barclays

 

e quello di Bloomberg

 

Cosa succede sul piano geostrategico? E’ la buona domanda alla quale cerca di rispondere Foreign Policy con un ammiraglio a 4 stelle (in pensione) della U.S. Navy, James Stavridis. La Grecia rompe con l’Ue? Tanti saluti al consenso (unanimità) nella Nato di cui la Grecia fa parte.

 

Cosa dicono i sondaggi sul referendum? Un mix di cose, dunque niente di affidabile. Un sondaggio GPO dà il sì a 47 e il no a 43; ProRata Institute racconta di una schiacciante vittoria del no per 54 a 33. Effetto in Borsa: stamattina in Europa sono tutte positive, ma sono pronte a strambare nel mare dell’incertezza.

 

Istat. Per sapere, per capire. Vediamo come vanno i prezzi delle abitazioni nel primo trimestre 2015. La casa è il motore dell’economia, la ripresa comincia dal mattone. Se non parte, tanti saluti alle (pre)visioni.

 

Cantone Day. Squilli di tromba e paginate di giornaloni oggi per Raffaele Cantone che presenta la Relazione annuale al Parlamento dell’Autorità Nazionale Anticorruzione per l’anno 2014. Ci sarà anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Camera dei Deputati, Sala della Regina, ore 11.

 

Mafia. Se Cantone fa il punto sulla corruzione, il comandante dei Ros, Mario Parente, fa quello sulla mafia. In commissione alle ore 14.

 

Facebook alla Camera. I rappresentanti del social network oggi saranno ascoltati in commissione Trasporti. Si discute la legge Quintarelli su concorrenza e libertà d’accesso alla Rete. Più bacheche per tutti. (ore 13.30)

 

2 luglio. L’ambasciata degli Stati Uniti a Roma celebra oggi l’Independence Day a Villa Taverna. Duecentotrentanove anni fa nascevano gli Stati Uniti. L’ambasciatore John R. Phillips e la moglie Linda Douglass riceveranno gli ospiti. Dal programma: ore 20: i Marines salutano la bandiera. Inno nazionale suonato dalla U.S. Naval Forces Europe Band. 20.10: Saluto dell’ambasciatore Phillips. 20.15 La festa continua. 21.00: Fuochi d’artificio. 21.30: L’evento si conclude. Militari in uniforme ordinaria. Chi ci sarà e soprattutto chi non ci sarà? Laura Boldrini è già pronta per il cocktail. Il resto lo vedremo stasera.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi