cerca

Talmente banale Mafia Capitale che il protagonista (in)volontario è diventato Marino

La storia è impaginata così da Repubblica: “Marino sotto assedio per Mafia Capitale. Si dimette dirigente Pd”. Sublime, il burocratico linguaggio, quel “dirigente Pd” in prima pagina che sa di Politburo. Il Messaggero punta al sodo: “Mafia Capitale, Pd sotto assedio”.

10 Giugno 2015 alle 10:14

Talmente banale Mafia Capitale che il protagonista (in)volontario è diventato Marino

Il sindaco di Roma Ignazio Marino (foto LaPresse)

Beato Enrico da Bolzano. Boscaiolo e analfabeta, distribuiva tutto ai poveri e, per quanto indebolito nel fisico, mendicava tuttavia saltuarie elemosine che spartiva con gli altri mendicanti.

 

Titoli. Roma. Mafia Capitale. Campidoglio. Vabbè, la storia criminale è talmente banale, ordinaria e di terza classe che il protagonista (in)volontario è diventato lui, Ignazio Marino. Resiste, insiste, non si dimette. La storia è impaginata così da Repubblica: “Marino sotto assedio per Mafia Capitale. Si dimette dirigente Pd”. Sublime, il burocratico linguaggio, quel “dirigente Pd” in prima pagina che sa di Politburo. Il Messaggero punta al sodo: “Mafia Capitale, Pd sotto assedio”. Dove sia la mafia è il mistero di questa storia di mezze calzette e rubagalline, ma pare sia domanda non gradita. Andiamo avanti. La Stampa, giornale di Torino, apre sul consiglio comunale di Roma: “Mafia Capitale, altri arresti. Il Campidoglio è nel caos”. Libero fa il calembour: “Da caso umano a scudo umano”. E il Giornale? Calma, il titolista era impegnato in un’operazione di fusione del casino di questi giorni, ecco il titolo: “Scandali, amici, arresti: dieci domande a Renzi”. In via Negri sono decollati con il Repubblica Simulator 2.0. Buon viaggio. E il Corriere della Sera? In fuga verso altri mondi e impaginazioni, luoghi dove la gerarchia tra i titoli è un’opinione: “Salta il piano Ue sui migranti”. Buona giornata.

 

Agenda Montecitorio. In aula a Montecitorio sono in calendario la Legge Europea 2014 e la riforma del Codice della Strada. Cose importanti da seguire in commissione? Banche, Previdenza. In Commissione Finanze e Attività produttive oggi si presenteranno i vertici dell'Associazione bancaria italiana (ore 14). Mentre in Commissione Lavoro è prevista un’audizione del presidente dell'INPS, Tito Boeri (ore 14).

 

Agenda Palazzo Madama. Al Senato sono in programma tre audizioni potenzialmente interessanti. In Commissione Affari costituzionali c’è l’indagine conoscitiva sui temi dell'immigrazione con l’audizione del Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri (ore 13,30). In Commissione Difesa invece parlerà il Capo di Stato maggiore della Difesa, gen. Claudio Graziano, sulle linee programmatiche dei vertici delle Forze armate (ore 15)

 

La terza guerra irachena. E’ in corso, gli Stati Uniti non la stanno vincendo. E per questo Obama invierà 500 militari nella provincia di Anbar, sotto assedio dell’Isis per cercare di riconquistare la zona. I soldati americani dovranno aiutare quelli iracheni. Devono istruire al combattimento l’esercito di Baghdad che, purtroppo, in tante occasioni si è ritirato dalla battaglia lasciando il campo libero ai miliaziani di Isis.

 

General Motors dice no. La casa automobilistica concorrente di Chrysler rifiuta le avances di Marchionne. Per ora dunque il matrimonio dell’auto non ci sarà. Mary Barra durante l’assemblea degli azionisti ha detto che GM sta raggiungendo i suoi obiettivi. Marchionne sostiene la necessità di un consolidamento dei costruttori. Qualcuno dice che Chrysler ha un debito troppo alto e margini bassi, ma è chiaro che anche nel settore automotive ci saranno altre fusioni. Pochi costruttori, molti marchi, strategia globale.

 

Shale Oil. Il gioco dell’omino nel pozzo dei sauditi – prezzo basso e produzione alta – sta facendo più vittime di quanto si immagini. Negli Stati Uniti ha sgonfiato le gomme di alcuni gruppi che estraevano shale oil. Ora costa troppo. E sono finiti nel mirino delle grandi compagnie petrolifere. E’ una corsa a comprare le migliori e prepararsi così a quando il prezzo salirà di nuovo. Sono tutti in corsa, da Gazprom a Eni. Quante cose sono cambiate in un anno.

 

Fiction. In commissione di vigilanza Rai c’è l’audizione del Direttore di Rai Fiction, Eleonora Andreatta (ore 14). Don Matteo e Braccialetti Rossi in Parlamento.

 

Al timone. Oggi si celebra la "Giornata della Marina Militare". Navigare, mestiere unico.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi