cerca

Il ripetente

Veronesi vinse già nel 2006, ma lo candidano (in versi) i potenti Scrausi. Se c’è “tanfo di trattoria”, non si sente

30 Giugno 2020 alle 06:00

Il ripetente
Dei sei candidati alla fascetta Strega 2020, Sandro Veronesi è il ripetente. Ha già vinto nel 2006 con “Caos calmo” (adattato per il cinema da Nanni Moretti). Ci riprova con “Il colibrì” (La Nave di Teseo), candidato come due precedenti suoi libri dall’Accademia degli Scrausi. In origine, giovani cultori e studiosi della lingua italiana, con un voto da spendere: Veronesi è “scrauso ad honorem” dal 1992, dell’Accademia fa parte anche Stefano Petrocchi, direttore della Fondazione Bellonci e segretario del comitato...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Mariarosa Mancuso

Critica cinematografica, ha studiato filosofia e ha cominciato a occuparsi di cinema per le radio della svizzera italiana. Lavora per Il Foglio sin dai primi numeri e ha tradotto i racconti di Edgar Allan Poe. Ha raccolto le recensioni di un anno di lavoro in un libro del Foglio che ha preso il nome dalla rubrica del sito, Nuovo cinema Mancuso. Nel 2010 Rizzoli ha aggiornato e ristampato Nuovo cinema Mancuso, con la partecipazione di Giuliano Ferrara e Aldo Grasso.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Carlo6

    30 Giugno 2020 - 10:38

    Quando lo spessore è assente invece di premiare è meglio sospendere e dignitosamente aspettare. Nel mentre un bel bicchierino di Strega aiuta l’attesa.

    Report

    Rispondi

Servizi