cerca

Diritto di replica

Una rettifica

Ci scrive l'avvocato Roberto Visciano: “La mia Assistita Chiara Alessi Anghini non può che avere assolutamente a cuore le sorti di un’azienda che porta il nome della propria nonna paterna”

11 Settembre 2018 alle 20:22

Egr. Direttore,

a nome e per conto della mia Assistita Dott.ssa Chiara Alessi Anghini, in relazione all’articolo pubblicato in data 06.05.2018 su Il Foglio Quotidiano:”L’epica Della caffettiera - Storie parallele degli Alessi e dei Bialetti, le dinastie che inventarono la moka, nel libro di Chiara Alessi”, preciso quanto in prosieguo.

Rincresce davvero dover rilevare come il Vostro giornale sia riuscito a pubblicare un siffatto articolo, pur essendo pienamente a conoscenza degli avvenimenti sì per come realmente accaduti.

 

La mia Assistita Dott.ssa Chiara Alessi Anghini, infatti, giammai rilasciava intervista alcuna al Vostro giornale, né tantomeno potrebbe esserle in alcun modo riferibile l’assai curiosa locuzione “cinesata”, che si asserisce avrebbe la Medesima adoperato a proposito della caffettiera Moka Bialetti, anche in considerazione del fatto che non risulta in alcun modo corrispondere al suo assai più articolato e profondo pensiero critico, agevolmente arguibile ad una più approfondita lettura del testo in esame.

Ma tant’è.

 

Infatti, con email indirizzata alla mia Cliente in data 31.05.18, proprio il Vostro giornalista Dott. Michele Masneri, si premurava di chiarire expressis verbis quanto segue: "Confermo che l’articolo a mia firma uscito sul foglio il 6 maggio scorso, dal titolo L’epica della caffettiera - Storie parallele degli Alessi e dei Bialetti, le dinastie che inventarono la moka, nel libro di Chiara Alessi è una recensione al libro e non un’intervista, che non c’è mai stata. Anche l’espressione “cinesata” non è stata da te mai pronunciata”.

Si rileva, infine, come la Dott.ssa Alessi risulti essere pronipote sia di Giovanni Alessi Anghini, che di Alfonso Bialetti, non potendo dunque la mia Assistita che avere assolutamente a cuore le sorti di un’azienda che porta il nome della propria nonna paterna.

Avv. Roberto Visciano

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi