cerca

La Corte di giustizia Ue condanna l'Italia per i ritardi nei pagamenti

La rassegna dei giornali internazionali sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Guardian, Vanguardia, Financial Times, Spiegel, Monde

29 Gennaio 2020 alle 09:41

La Corte di giustizia dell'Ue condanna l'Italia per i ritardi nei pagamenti

Il Pd vince in Emilia-Romagna, ma Salvini continua l'ascesa nel paese

Parigi, 29 gen - (Agenzia Nova) - La vittoria della sinistra alle ultime elezioni regionali in Emilia-Romagna non deve essere considerata su scala nazionale visto che il leader della Lega, Matteo Salvini, continua la sua ascesa nel resto del paese. Lo scrive il quotidiano francese “Le Monde” in un editoriale. La vittoria del candidato del Partito democratico, Stefano Bonaccini, che ha ottenuto il 51 per cento dei voti battendo la leghista Lucia Borgonzoni, dietro al 43 per cento, dà speranza alla sinistra, ma la situazione in Emilia Romagna presentava uno scenario particolare. Il movimento delle Sardine nato per contrastare Salvini ha svolto un ruolo fondamentale nella campagna elettorale. A questo si aggiunge poi la situazione economica della regione, con una crescita forte, un tasso di disoccupazione inferiore al 5 per cento e una sistema sanitario efficace. Bonaccini, che era il presidente uscente, poteva quindi vantare un ottimo bilancio. Il fatto che la vittoria della sinistra in una regione “rossa” venga considerata come una sorpresa dà l'idea di quanto la Lega in questo momento sia forte. 

Continua a leggere l'articolo del Monde

 

Le Sardine ridanno speranza ai progressisti

Londra, 29 gen - (Agenzia Nova) - Il quotidiano britannico "The Guardian" pubblica oggi un intervento dello scrittore Jamie Mackay, che vive a Firenze, dedicato alle elezioni regionali tenute in Emilia-Romagna il 26 gennaio scorso, concluse con una battuta d'arresto nell'ascesa del leader della Lega, Matteo Salvini. Mackay elogi il movimento delle Sardine, meritevole di aver riportato la speranza in un campo progressista che in Italia sembrava ritenersi incapace di tornare a guidare l'opinione pubblica. Secondo Mackay. l'obiettivo finale delle Sardine non è affatto salvare la vecchia sinistra, ma ricostruire la cultura della partecipazione politica e dimostrare allo scettico popolo italiano come i movimenti di base e l'attivismo possano ancora portare risultati. Un compito ancor più necessario dopo il fallimento dell'esperimento di "democrazia diretta" tentato dal Movimento 5 Stelle (M5S).

Continua a leggere l'articolo del Guardian

 

La Corte di giustizia dell’Ue condanna paese per ritardi pagamenti pubbliche amministrazioni

Amburgo, 29 gen - (Agenzia Nova) - L'Italia avrebbe dovuto assicurare che le amministrazioni pubbliche rispettassero il termine di pagamento verso le imprese private non superiore ai 30 o ai 60 giorni verso le imprese private. Con queste motivazioni, riferisce il settimanale “Der Spiegel”, la Corte di giustizia dell'Unione europea (CgUe) ha condannato l'Italia per violazione della direttiva dell'Ue sul contrasto ai ritardi nei pagamenti delle transazioni commerciali. Secondo la CgUe, l'Italia non ha assicurato che le sue pubbliche amministrazioni, quando sono debitrici, rispettino effettivamente termini di pagamento non superiori a 30 o 60 giorni di calendario, come stabilito dalla direttiva. La Corte ha ricordato che operatori economici italiani e loro associazioni hanno presentato alla Commissione europea varie denunce sui “tempi eccessivamente lunghi in cui sistematicamente” le pubbliche amministrazioni saldano le proprie fatture ai privati. La Commissione europea ha quindi presentato alla CgUe un ricorso per inadempimento contro l'Italia. Nella sentenza con cui condanna l'Italia, la Corte ha dichiarato che la direttiva violata impone agli Stati membri di assicurare il rispetto effettivo da parte delle loro pubbliche amministrazioni dei termini di pagamento. Inoltre, per la CgUe il diritto europeo ha voluto imporre agli Stati membri obblighi rafforzati per quanto riguarda le transazioni tra imprese e pubbliche amministrazioni. La Corte ha poi ricordato che la direttiva fa gravare sugli Stati membri l'obbligo di assicurare l'effettivo rispetto dei termini di pagamento previsti nelle transazioni commerciali in cui il debitore è una pubblica amministrazione. 

Continua a leggere l'articolo dello Spiegel

 

L’Italia reagisce all'ultima ondata di antisemitismo

Madrid, 29 gen - (Agenzia Nova) - Sono stati molteplici gli episodi di antisemitismo e razzismo accaduti in Italia nei giorni scorsi, in coincidenza con la Giornata della memoria, provocando un'ampia reazione sociale, con manifestazioni di protesta convocate in diverse località del paese. L'epicentro di questa risposta è stata Mondovì, centro del Piemonte, simbolo della resistenza partigiana nella seconda guerra mondiale, dove sono apparse scritte antisemite sulla porta dell'abitazione di Lidia Rolfi, sopravvissuta dell'Olocausto. Tuttavia, questo non è stato l'unico caso. A Torino si è tenuta un'altra manifestazione di solidarietà per le scritte offensive apparse sulla casa di una donna di origine ebraica, figlia di un partigiano. L'Associazione nazionale partigiani d'Italia (Anpi), insieme ad un centinaio di persone, hanno affermato che "Torino è antifascista", anche se dall'organizzazione avvertono della gravità della situazione, dal momento che "fenomeni sconosciuti si verificano in decenni di storia democratica, ricordando le leggi razziali del 1938".

Continua a leggere l'articolo della Vanguardia

 

De Meo nominato Ad di Renault

Londra, 29 gen - (Agenzia Nova) - L'azienda automobilistica francese Renault ha nominato Luca De Meo proprio amministratore delegato, in un momento in cui il gruppo sta cercando di stabilizzarsi dopo la cacciata dell'ex Ad Carlos Ghosn. Lo riferisce il quotidiano britannico "Financial Times", spiegando che De Meo, già dirigente di Volkswagen e di Fiat, assumerà l'incarico a luglio prossimo, in una fase molto delicata per Renault. L'azienda deve, infatti, affrontare il crollo delle vendite e riparare le relazioni con il partner giapponese Nissan, danneggiate dal caso Ghosn.

Continua a leggere l'articolo del Financial Times

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi