cerca

L'omicidio del carabiniere Cerciello, visto dalla stampa estera

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Faz, Mundo, Pais, Monde, Vanguardia

29 Luglio 2019 alle 08:50

L'omicidio del carabiniere a Roma visto dalla stampa estera

Carabiniere ucciso a Roma, l'omaggio del premier Conte alla camera ardente (foto LaPresse)

I punti oscuri nel torbido omicidio di un carabiniere

Madrid, 29 lug - (Agenzia Nova) - Ha commosso e sconvolto l'Italia l'omicidio di un giovane carabiniere da parte di due studenti americani di 19 e 20 anni. Lo riferisce la stampa spagnola, spiegando come il tragico fatto di cronaca, che lascia ancora aperti tanti interrogativi, sia prima diventato un nuovo terreno di scontro politico, salvo poi trasformarsi in un boomerang per l'Arma dei carabinieri. Nelle prime ore dopo il delitto, avvenuto nella notte fra il 25 e il 26 luglio, si era infatti diffusa la notizia che ad accoltellare a morte il militare 35enne fossero stati due magrebini. La notizia aveva quindi suscitato l'ira dell'estrema destra, riaccendendo le polemiche sull'immigrazione. Solo dopo diverse ore, invece, si è scoperto che il presunto responsabile sarebbe un ragazzino americano che, insieme a un suo coetaneo, aveva scambiato il carabiniere in borghese per uno spacciatore. Le polemiche sono rimontate ieri mattina, 28 luglio, quando una foto del presunto omicida, con una benda sugli occhi durante l'interrogatorio, ha gettato un'ombra scura sull'operato delle forze dell'ordine. “A chi si lamenta della bendatura di un arrestato, ricordo che l’unica vittima per cui piangere è un uomo, un figlio, un marito di 35 anni, un Carabiniere, un servitore della Patria morto in servizio per mano di gente che, se colpevole, merita solo la galera a vita. Lavorando. Punto”, ha commentato il ministro dell’Interno Matteo Salvini. Secondo quanto si apprende, i due americani avevano rubato il borsello allo spacciatore che aveva rifilato loro aspirina al posto della cocaina. Nel luogo in cui sarebbe poi dovuto avvenire lo scambio, i due sono stati avvicinati da due carabinieri in borghese, che nel frattempo erano stati allertati dal derubato, e, presi dal panico, avrebbero reagito con la violenza. 

Continua a leggere l'articolo del Pais

 

Il delitto che ha scatenato l'odio contro gli stranieri

Madrid, 29 lug - (Agenzia Nova) - Sta creando un mare di polemiche l'omicidio di un carabiniere, Mario Cerciello Rega, avvenuto in centro a Roma nella notte fra il 25 e il 26 luglio. Lo riferisce il quotidiano spagnolo "El Mundo", spiegando che, poco dopo il delitto, la stampa locale ha diffuso la notizia secondo cui i responsabili fossero due magrebini, scatenando messaggi di odio contro gli stranieri sui social network. Ad alimentare il clima già incandescente, anche il vicepresidente del Consiglio e leader della Lega, Matteo Salvini. "I sospetti sono stati ripresi dalle telecamere di sorveglianza, non scapperanno. Apparentemente non sono italiani, che sorpresa!": ha infatti twittato Salvini salvo poi scoprire che, ad uccidere il militare, sarebbe invece stato un ricco studente americano. 

Continua a leggere l'articolo del Mundo

 

La coalizione di governo tra Lega e M5s sull’orlo della rottura

Parigi, 29 lug 08:30 - (Agenzia Nova) - L'alleanza di governo tra Lega e Movimento 5 Stelle è “in via di decomposizione”. Lo scrive il quotidiano francese “Le Monde”, spiegando che “il divorzio” tra i due partiti sembra essere ormai “inevitabile” viste le crescenti tensioni. Tuttavia, per il momento è impossibile indicare con precisione quando avverrà la separazione. Nonostante il recente scandalo sui presunti finanziamenti russi, la Lega guidata dal vicepresidente del Consiglio e ministro dell’Interno, Matteo Salvini, continua a crescere nei sondaggi e ormai è tra il 37 e il 38 per cento. Il Movimento 5 Stelle del vicepresidente del Consiglio e ministro dello Sviluppo e del Lavoro Luigi Di Maio è invece sempre più fragile. Il dossier sulla realizzazione del treno ad alta velocità (Tav) Torino-Lione rappresenta l’ultima sconfitta dei pentastellati, che da sempre si oppongono al progetto. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte il 24 luglio scorso ha dichiarato che è necessario finire il cantiere perché “non farlo costerebbe molto più che terminarlo”. 

Continua a leggere l'articolo del Monde

 

Nave Gregoretti attracca ad Augusta con 130 profughi a bordo

Berlino, 29 lug - (Agenzia Nova) - La nave Bruno Gregoretti della Guardia costiera ha attraccato nel porto militare di Augusta, in provincia di Siracusa, nella notte tra il 27 e il 28 luglio scorso con a bordo 130 migranti soccorsi al largo della Libia. Secondo quanto riferito dal quotidiano tedesco “Frankfurter Allgemeine Zeitung”, le autorità italiane hanno disposto che i profughi della Gregoretti potranno essere sbarcati esclusivamente a condizione che vengano ripartiti tra gli Stati membri dell'Ue. In precedenza, il vicepresidente del Consiglio Matteo Salvini, ministro dell'Interno e leader della Lega, aveva negato alla Gregoretti l'autorizzazione ad attraccare in un porto italiano. A bordo della nave della Guardia costiera vi erano originariamente 140 migranti, salvati il 25 luglio. Nei giorni successivi, sei profughi sono stati fatti sbarcare a Lampedusa per ragioni mediche, mentre una donna incinta è stata portata a Catania con il marito e i due figli. La Gregoretti è poi entrata nel porto di Augusta, come il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, ha annunciato nella mattinata di ieri. Ora, ha affermato Toninelli, l'Italia “attende una risposta dall'Ue, perché l'immigrazione riguarda tutto il continente”. 

Continua a leggere l'articolo della Faz

 

Il Made in Italy parla cinese

Madrid, 29 lug - (Agenzia Nova) - Il "Made in Italy parla cinese": così il quotidiano spagnolo "La Vanguardia" titola un approfondimento sul tessuto produttivo di Prato, la cittadina toscana dove vivono fra i 35.000 e i 40.000 cinesi, di cui solo 20.000 legalmente. I cinesi - spiega il giornale - hanno iniziato a trasferirsi in questo comune, alle porte di Firenze, negli anni '80 e ora hanno interamente monopolizzato la produzione tessile, il settore in cui Prato è considerato un fiore all'occhiello per l'intero paese.

Continua a leggere l'articolo della Vanguardia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi