cerca

L'Europa guarda con sospetto il Reddito di cittadinanza

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese

6 Marzo 2019 alle 10:07

L'Europa guarda con sospetto il Reddito di cittadinanza

Foto LaPresse

Fico alla Duma, intensificare rapporti nelle organizzazioni internazionali

Mosca, 6 mar 08:24 - (Agenzia Nova) - L’Italia e la Russia sono chiamate a intensificare la loro collaborazione anche nell’ambito delle organizzazioni internazionali. Lo ha dichiarato il presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico, nel suo intervento tenuto ieri, 5 marzo, alla Duma di Stato, la camera bassa del parlamento russo. Sottolineando che fra queste organizzazioni vi è anche il Consiglio d’Europa – i cui rapporti con la Russia sono al momento decisamente problematici –, Fico ha detto che “l’Italia considera la dimensione del dialogo parlamentare un terreno cruciale per la concreta promozione” della tutela dei diritti fondamentali, la difesa della democrazia, la garanzia dello Stato di diritto. “È per questo motivo che vi è un ampio consenso tra le forze politiche rappresentate alla Camera dei deputati per operare attivamente con gli altri partner del Consiglio d’Europa affinché sia superato il regime di sanzioni adottato nel 2014 con la sospensione del diritto di voto e delle altre prerogative della delegazione parlamentare russa”, ha affermato Fico. Il presidente della Camera ha quindi proseguito: “Riteniamo che la presenza dei colleghi del parlamento russo in seno all’Assemblea parlamentare sia di fondamentale importanza per il raggiungimento degli obiettivi alla base del Consiglio d’Europa”. Secondo Fico, “se così non fosse, negheremmo il senso stesso di un luogo di dialogo interparlamentare specificamente incentrato sui diritti fondamentali e sullo Stato di diritto, il cui obiettivo è fare sì che tutti i paesi che vi partecipano si evolvano, migliorino sé stessi, convergano verso standard sempre più elevati della cultura dei diritti, facciano concreti passi in avanti in tutti gli ambiti in cui scontano un ritardo”. Infine, per il presidente della Camera, “fare parte di questa organizzazione internazionale significa questo: mettersi in gioco e dimostrare di voler compiere concreti passi in avanti”.

Leggi l’articolo della Parlamentskaja Gazeta

Italia-Cina: governo pronto a sottoscrivere il patto per la "Via della seta"

Londra, 6 mar 08:24 - (Agenzia Nova) - L'Italia si prepara a diventare il primo paese del G7 a partecipare ufficialmente al controverso progetto globale della Cina noto come "Via della Seta" (in inglese "Belt and Road Initiative", o BRI; ndr), con una decisione che ha già provocato una dura reazione da parte degli Stati Uniti e che probabilmente creerà allarme anche nell'Unione Europe: lo rivela il quotidiano economico britannico "Financial Times", che lancia la notizia in apertura della sua prima pagina in edicola oggi 6 marzo. Il sottosegretario italiano allo Sviluppo economico, Michele Geraci, ha detto al giornale della City di Londra che il governo di Roma progetta di firmare un memorandum d'intesa per la sua partecipazione al contestato programma infrastrutturale alla fine di questo mese nel corso della prima visita in Italia del presidente cinese Xi Jinping: il quale arriverà a Roma il 22 marzo; Xi sarà ricevuto dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, parteciperà quella stessa sera ad una cena di Stato e poi incontrerà il presidente del Consiglio Giuseppe Conte prima di recarsi in Sicilia. La decisione italiana è già stata criticata dalla Casa Bianca, secondo cui il progetto non aiuterà economicamente l'Italia mentre potrebbe danneggiare significativamente l'immagine internazionale del paese: l'appoggio di Roma alla BRI cinese, spiega il "Financial Times", taglia le gambe alle pressioni Usa nella "guerra commerciale" con la Cina ed indebolisce gli sforzi di Bruxelles di superare le divisioni interne dell'Ue alla ricerca di un approccio comune nei confronti degli investimenti cinesi. Il progetto "Via della Seta", ricorda il giornale della City di Londra, prevede finanziamenti della Cina alla costruzione di infrastrutture in oltre 80 paesi in Eurasia, in Medio Oriente ed in Africa: ma gli Usa ed i maggiori paesi europei ritengono che la BRI dia un vantaggio concorrenziale alle aziende cinesi, sia una sorta di "trappola del debito" per i paesi che accettano gli investimenti cinesi e rafforzi l'influenza strategica e militare della Cina nel mondo.

Leggi l’articolo del Financial Times

Zingaretti e la boccata d'aria fresca

Madrid, 6 mar 08:24 - (Agenzia Nova) - La vittoria di Nicola Zingaretti alle primarie del Partito democratico (Pd) è una buona notizia per l'Italia perché rappresenta il ritorno di uno stile di politica efficace, non urlata, che prende le distanze dal convulso panorama attuale, dominato dal populismo e dall'estrema destra. Lo scrive il quotidiano spagnolo "El Pais", in un articolo di commento in cui sottolinea il risultato quasi plebiscitario che ha portato il governatore del Lazio ad essere nominato nuovo segretario del Pd. Zingaretti, secondo il giornale, mira a unire piuttosto che a dividere e la sua strategia per battere l'estremismo si basa su un progetto sociale attraente e inclusivo. Il Pd e naturalmente il suo leader non hanno molto tempo per rimettersi in riga perché le prossime elezioni europee sono alle porte e perché, evidenzia "El Pais", non è escluso che il prossimo autunno gli italiani tornino a votare per le politiche anticipate.

Leggi l’articolo del Pais

Italia: le complessità pratiche del reddito di cittadinanza

Berlino, 6 mar 08:24 - (Agenzia Nova) - Progetto “del cuore” per il vicepresidente del Consiglio Luigi Di Maio, il reddito di cittadinanza presenta numerose complessità di ordine pratico, relative tanto ai criteri di idoneità quanto alle modalità di utilizzo. È quanto sostiene l'emittente televisiva tedesca “Das Erste”, che illustra le difficoltà operative del reddito di cittadinanza. In primo luogo, vi è una “base di calcolo complessa”, per cui la cerchia effettiva dei 4,9 milioni di persone previste andrà “ben oltre le famiglie indigenti, nonostante i criteri apparentemente molto restrittivi della normativa”. Per esempio, l'indicatore di reddito e patrimonio è calcolato in modo talmente complesso da consentire teoricamente anche alle famiglie con un reddito annuo netto di circa 30 mila euro di ottenere il reddito di cittadinanza. Vi è poi la carta prepagata del reddito di cittadinanza, che consente prelievi mensili soltanto fino a 100 euro. Tale limite sale a 210 euro al mese per le famiglie.

Leggi l’articolo del Tagesschau

Generali annuncia 300 milioni di investimenti e 1.150 nuovi posti di lavoro

Madrid, 6 mar 08:24 - (Agenzia Nova) - Il gruppo assicurativo Generali investirà 300 milioni di euro in tecnologia, alleanze e formazione e assumerà 1.150 nuovi dipendenti nei prossimi tre anni. Lo ha annunciato ieri, 5 marzo, l'amministratore delegato del colosso veneto, Marco Sesana, nel corso della presentazione del piano strategico 2019-2021, presso la sede di Mogliano Veneto. Il quotidiano spagnolo "La Vanguardia" ricorda che il massiccio investimento in termini economici e di risorse umane arriva a pochi mesi dalla decisione della società di rafforzare la sua posizione in Europa e aumentare il dividendo tra il 55 per cento e il 65 per cento nei prossimi tre anni. "L'Italia gioca un ruolo chiave nella competitività del gruppo in Europa. Da qui partirà lo sviluppo di soluzioni di servizi e piattaforme per la mobilità a livello europeo, l'Italia è il nucleo dello sviluppo del gruppo nel continente", ha affermato Sesana.

Leggi l’articolo della Vanguardia

 


PANORAMA INTERNAZIONALE


 

Fca considera intesa con Daimler e Bmw per sviluppo guida autonoma

Berlino, 6 mar 08:24 - (Agenzia Nova) - Il gruppo Fiat Chrysler Automobiles (Fca) è aperta a intese e fusioni, in particolare a una partecipazione alla recente alleanza tra le aziende automobilistiche tedesche Daimler e Bmw per lo sviluppo di autovetture a guida autonoma. Secondo quanto riferito dal quotidiano tedesco “Handelsblatt”, l'amministratore delegato di Fca, Mike Manley ha dichiarato: “Abbiamo un forte futuro indipendente, ma se vi è un partenariato, una relazione o una fusione che rafforza questo futuro, lo prenderò in considerazione”. Per “Handelsblatt”, le prospettive di Manley includono la disponibilità di Fca a partecipare all'alleanza tra Daimler e Bmw per lo sviluppo delle automobili a guida autonoma.

Leggi l’articolo dell’Handelsblatt

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi