cerca

Nella crisi tra Italia e Francia ci si mette di mezzo anche Leonardo da Vinci

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Monde, Figaro, Abc, Financial Times, Standard, Libération

11 Gennaio 2019 alle 09:00

Nella crisi tra Italia e Francia ci si mette di mezzo anche Leonardo da Vinci

Italia-Ue: il salvataggio di Carige viola le regole europee

 

Londra, 11 gen - (Agenzia Nova) - Il salvataggio di Carige deciso dal governo per decreto il 7 gennaio scorso è "chiaramente un'infrazione delle regole in materia di fallimenti bancari introdotte recentemente dall'Unione europea". È quanto sostiene oggi il quotidiano britannico "Financial Times", che nota come "troppe volte in passato troppe regole dell'Ue siano state infrante da troppi paesi adducendo motivazioni politiche per giustificare le loro azioni". Pare, quindi, difficile che la Banca centrale europea (Bce) e la Commissione europea possano "costringere un governo a rispettare il diritto dell'Ue quando contrasta con gli interessi politici in gioco".

Continua a leggere l'articolo del Financial Times

 

Il progetto di Salvini per l'alleanza della destra europea

 

Madrid, 11 gen - (Agenzia Nova) - Matteo Salvini, leader della Lega, sta progettando da mesi un'ampia alleanza, che metta insieme tutte le formazioni anti-immigrazione e anti-Ue in Europa. L'obiettivo del vicepresidente del Consiglio e ministro dell'interno è presentare alle elezioni europee di maggio prossimo un blocco compatto in grado di invertire drasticamente le politiche dell'Ue. Lo scrive oggi il quotidiano spagnolo "Abc", ricordando che Salvini ha già coinvolto nel suo progetto per la "primavera europea" Diritto e giustizia, il partito guidato da Jaroslaw Kaczynski che governa la Polonia con circa il 40 per cento dei consensi. Tuttavia, sottolinea "Abc", la vicinanza di Salvini alla Russia e ai nazionalisti catalani potrebbe risultare piuttosto indigesta per molti dei partiti con i quali vorrebbe allearsi. 

Continua a leggere l'articolo di Abc

 

Movimento 5 Stelle e Lega si scontrano sui migranti

 

Parigi, 11 gen - (Agenzia Nova) - Si registrano tensioni tra il Movimento 5 Stelle e la Lega sulla questione dei migranti. Nel corso di una riunione tenuta a Palazzo Chigi nella notte tra il 9 e il 10 gennaio, riferisce il quotidiano francese “Le Monde”, il presidente del Consiglio, Liuigi Conte, e i suoi vice Luigi Di Maio e Matteo Salvini, hanno raggiunto un’intesa sui 49 migranti a bordo delle navi umanitarie Sea Watch e Sea Eye, sbarcati a Malta. Un comunicato del governo ha annunciato che circa dieci di loro, insieme alle rispettive famiglie, saranno accolti dalla chiesa valdese in Italia. Conte chiederà un incontro con il commissario europeo per le Migrazioni, gli affari interni e la cittadinanza, Dimitris Avramopoulos, per discutere del ricollocamento dei 200 richiedenti asilo in Italia che devono essere rilocalizzati dall’agosto del 2018. “Non ci sarà nessun arrivo in Italia fin quando l’Europa non rispetterà i suo impegni”, ha intanto dichiarato Salvini. Questi ultimi giorni sono stati segnati da una disputa tra i due partiti al governo sull’argomento. Mentre la Lega è rimasta sulle sue posizioni mostrandosi intransigente, il Movimento 5 Stelle si è rivelato più disponibile all’accoglienza.

Continua a leggere l'articolo del Monde

 

Il tentativo del Movimento 5 Stelle di recuperare la protesta dei gilet gialli

 

Parigi, 11 gen - (Agenzia Nova) - Il Movimento 5 Stelle vuole utilizzare la protesta dei gilet gialli per rilanciarsi. È quanto afferma il quotidiano francese “Libération” spiegando che il partito fondato dal comico genovese Beppe Grillo intende siglare un’alleanza politica con il movimento la cui protesta scuote la Francia da mesi. Questo atteggiamento ha aperto una vera e propria crisi tra Francia e Italia dopo i messaggi di sostegno rivolti ai gilet gialli dai vicepresidenti del Consiglio, Luigi Di Maio e Matteo Salvini. “Mai prima d’ora responsabili di un governo hanno sostenuto un movimento sovversivo”, evidenzia “Libération”. Per questo, il ministro francese per gli Affari europei, Nathalie Loiseau, ha invitato l’Italia ad avere maggior rispetto della Francia. “Libération” ricorda quando il Movimento 5 Stelle lusingava il presidente francese Emmanuel Macron. Nel novembre 2017, Di Maio ha, infatti, scritto una lettera al capo dello Stato francese evocando una possibile convergenza tra il M5S ed En marche. Secondo “Libération”, il Movimento 5 Stelle è stato considerato inizialmente come una realtà di sinistra, ma oggi ha ripreso degli aspetti nazionalisti ed è al governo con un partito di estrema destra come la Lega.

Continua a leggere l'articolo di Libération

 

Italia-Francia: ministro della Cultura Bonisoli conferma prestito delle opere di da Vinci

 

Parigi, 11 gen - (Agenzia Nova) - Il ministro della Cultura Alberto Bonisoli, cerca di calmare i toni tra Francia e Italia dopo le polemiche sorte sul prestito da parte di Roma di alcuni dipinti di Leonardo Da Vinci per un’esposizione che verrà organizzata a Parigi in occasione dei 500 anni dalla morte dell’artista. Lo riferisce “Le Figaro” ricordando che la sottosegretaria alla Cultura, Lucia Borgonzoni, nei giorni scorsi ha aperto una vera e propria crisi tra i due paesi evocando l’annullamento dell’accordo. “Il prestito di questi dipinti al Louvre posizionerebbe l’Italia a margine di un importante evento culturale”, ha detto Borgonzoni. Bonisoli ha affermato che l’accordo “deve essere il più giusto possibile, con una uguale ripartizione, in modo che nessuna parte si senta lesa”.

Continua a leggere l'articolo del Figaro

 

Roma sommersa dai rifiuti

 

Vienna, 11 gen - (Agenzia Nova) - Roma “affonda nell'immondizia” da cui è sommersa. È quanto si legge sul quotidiano austriaco “Der Standard”. Per far fronte all'emergenza rifiuti, il sindaco di Roma, Virginia Raggi, ha chiesto con un'ordinanza ai suoi concittadini di “ripulire le strade di fronte alle loro abitazioni”. Intanto, Mario Rusconi, presidente dell'Associazione nazionale presidi nel Lazio, ha minacciato di mantenere chiuse le scuole della capitale d'Italia anche dopo le vacanze di Natale se i rifiuti nei pressi degli istituti scolastici di Roma non fossero stati tempestivamente rimosse. “L'immondizia è un pericolo per la salute degli alunni”, ha detto Rusconi, la cui iniziativa “non è stata attuata”, scrive “Der Standard”. Almeno i dintorni delle scuole sono stati ripuliti prima della riapertura al termine delle ferie natalizie in una “operazione di emergenza” dell'Ama. A ogni modo, “i ratti continuano a scorrazzare per Roma che affonda nell'immondizia”, conclude “Der Standard”.

Continua a leggere l'articolo dello Standard

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi