cerca

L'imbarazzante confusione del governo italiano

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Time, Financial Times, Figaro, Telegraph

24 Maggio 2018 alle 09:03

L'imbarazzante confusione del governo italiano

Matteo Salvini (foto LaPresse)

Giuseppe Conte riceve il mandato per diventare il prossimo primo ministro italiano

 

Londra, 24 mag - (Agenzia Nova) - Giuseppe Conte ieri mercoledì 23 maggio ha ricevuto il mandato per diventare il prossimo presidente del Consiglio dell'Italia, guidando una coalizione di due partiti populisti che si prepara a prendere il potere tra i timori che possa sfidare le relazioni di Roma con l'Europa: il 53enne avvocato ed accademico ha ricevuto l'assenso dal presidente Sergio Mattarella, superando lo scetticismo per la sua mancanza di esperienza politica e le accuse di aver gonfiato il suo curriculum; il partito anti-sistema Movimento 5 stelle (M5s) e la Lega di estrema destra la scorsa settimana hanno stretto un'alleanza per governare il paese che è la terza economia dell'eurozona, dopo aver entrambi ottenuto un successo alle elezioni italiane del marzo scorso. In una breve dichiarazione, Conte ha detto di comprendere l'importanza delle relazioni internazionali dell'Italia, inclusi gli incombenti negoziati all'interno dell'Unione Europea: "Sono consapevole della necessità di confermare la posizione europea ed internazionale dell'Italia", ha detto dopo l'incontro con Mattarella; ma non ha lasciato dubbi che il suo compito principale sarà quello di mettere in pratica il contratto di governo tra il M5s e la Lega. 

Continua a leggere l'articolo del Financial Times

 


 

Allarme in Europa per l'ascesa al potere dei populisti in Italia

 

Londra, 24 mag - (Agenzia Nova) - Un poco noto professore di diritto ha avuto il compito di guidare il primo governo populista di un paese dell'Europa Occidentale che minaccia di infrangere le regole dell'Unione Europea in materia di spesa statale con profondi tagli alle tasse e generosi sussidi pubblici: così il quotidiano britannico conservatore ed euroscettico "The Times" oggi, giovedì 24 maggio, presenta la notizia dell'incarico che il presidente italiano Sergio Mattarella ieri ha conferito al 53enne professore Giuseppe Conte, indicato come primo ministro dal Movimento 5 stelle e dal partito anti-immigrazione della Lega. Dopo aver ricevuto l'incarico dal presidente della Repubblica, in una breve dichiarazione Conte ha detto di essere "consapevole della necessità di confermare la collocazione europea ed internazionale dell'Italia"; ma subito dopo ha aggiunto come il "contratto di governo" stretto da M5s e Lega, che comporta spese per almeno 100 miliardi di euro" "rappresenta le aspirazioni al cambiamento del popolo italiano" e ha detto di voler essere "l'avvocato difensore degli italiani".

Continua a leggere l'articolo del Time

 


 

Gli "strumenti di tortura" di Juncker sono inutili contro i ben armati ribelli dell'Italia

 

Londra, 24 mag - (Agenzia Nova) - Il quotidiano britannico conservatore ed euroscettico "The Telegraph" registra con soddisfazione l'incarico di primo ministro che il professore Giuseppe Conte ieri mercoledì 2 maggio ha ricevuto dalle mani del presidente italiano Sergio Mattarella per formare un governo di coalizione tra il partito anti-sistema Movimento 5 stelle (M5s) ed i nazionalisti di destra della Lega. L'esperto di affari europei Ambrose Evans-Pritchard sottolinea come l'imminente nascita del primo governo interamente populista ed euroscettico in Italia, uno dei paesi fondatori dell'Unione Europea, stia avvenendo nonostante le pressioni e le minacce esercitate negli scorsi giorni dalle capitali europee e dalla burocrazia di Bruxelles: "Abbiamo strumenti di tortura nelle nostre segrete", scherza ma nemmeno tanto il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker; ma i ribelli italiani, sostiene l'autorevole commentatore del "Telegraph", sembrano ben attrezzati per resistere ed andare avanti.

Continua a leggere l'articolo del Telegraph

 


 

I poteri del presidente Mattarella contro il populismo

 

Parigi, 24 mag - (Agenzia Nova) - Il presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella, è l’ultimo baluardo dell’Europa per frenare i progetti della nuova coalizione antisistema? Se lo chiede “Le Figaro”, secondo i quale a Roma si sta svolgendo una "tragedia costituzionale”. Il quotidiano fa un parallelo tra il capo del Quirinale e Pierre Mac-Mahon, presidente francese che nel 1877 sciolse l’Assemblea nazionale. La Costituzione italiana conferisce al presidente della Repubblica veri poteri, simili a quelli concessi in Francia durante la Terza Repubblica. Nell’articolo si spiegano nel dettaglio i poteri di cui dispone Mattarella, che gode di un margine di manovra abbastanza ampio anche per effetto del quadro di incertezza post elettorale.

Continua a leggere l'articolo del Figaro

 


 

La rivoluzione romana

 

Londra, 24 mag - (Agenzia Nova) - L'Italia si è votata ad un imbarazzante confusione, si è affidata ad una coalizione di governo, tra la destra anti-immigrazione e la sinistra populista priva di alcuna esperienza di governo, che per la nomina del suo primo ministro si è accordata sulla scelta di un professore non eletto: così il quotidiano britannico conservatore ed euroscettico "The Times" oggi giovedì 24 maggio presenta in un editoriale la notizia dell'incarico che il presidente italiano Sergio Mattarella ieri ha conferito al 53enne professore Giuseppe Conte, indicato come primo ministro dal Movimento 5 stelle (M5s) e dalla Lega; e commenta che il loro programma di governo farebbe precipitare il paese nell'insolvenza in modo così rapido che esso è largamente considerato uno scherzo. Per il momento, scrive l'editoriale del "Times", le conseguenze di questo caos investono solo la politica interna italiana, ma se gestita malamente la situazione politica rischia di infettare la già debole economia dell'Italia e potrebbe velocemente estendersi al resto dell'Unione Europea: Bruxelles e gli altri paesi Ue, sostiene l'editoriale del quotidiano britannico, sarebbero folli a sottostimare il potenziale distruttivo della confusione italiana, non ultimo perché sono stati proprio loro a crearla ed essa non può essere risolta senza il loro aiuto.

Continua a leggere l'articolo del Time

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi