cerca

Chi è l'avvocato che difenderà Berlusconi a Strasburgo

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Financial Times, Mundo, Vanguardia, Times

17 Novembre 2017 alle 14:02

Chi è l'avvocato che difenderà Berlusconi a Strasburgo

Silvio Berlusconi (foto LaPresse)

Morto Totò Riina, “capo dei capi” della mafia siciliana

 

Madrid, 17 nov - (Agenzia Nova) - Totò Riina, il “capo dei capi” della mafia siciliana e uno dei più temuti criminali italiani, è morto oggi all’età di 87 anni. Lo riferisce il quotidiano spagnolo “El Mundo”. Riina, condannato a 26 ergastoli e sospettato di aver ucciso più di 150 persone, era affetto da un cancro la cui condizione si era aggravata negli ultimi giorni in seguito a due operazioni. La moglie e tre dei suoi quattro figli avevano ottenuto ieri un permesso per fargli visita. Il figlio maggiore sta invece scontando una condanna all’ergastolo per quattro omicidi. 

Continua a leggere l'articolo del Mundo

 


 

Berlusconi assolda l'avvocato britannico Edward Fitzgerald per recuperare il suo "diritto umano" di presentarsi alle elezioni

 

Londra, 17 nov - (Agenzia Nova) - Sarà uno dei più famosi avvocati britannici a discutere alla Corte europea dei diritti umani il ricorso presentato da Silvio Berlusconi per recuperare la possibilità di presentarsi candidato alle prossime elezioni politiche: si tratta di Edward Fitzgerald, soprannominato in Gran Bretagna "l'avvocato del diavolo" per aver difeso alcuni dei più famigerati criminali e terroristi; l'81enne ex presidente del Consiglio italiano contesta l'applicazione retroattiva della legge Severino con cui nel 2013 gli fu tolto il seggio nel Senato e gli fu vietato di ricoprire cariche pubbliche a causa di una precedente condanna per evasione fiscale.

Continua a leggere l'articolo del Times

 


 

Madrid, Roma e Parigi propongono una “circoscrizione europea” per i seggi lasciati vacanti dalla Brexit

 

Madrid, 17 nov - (Agenzia Nova) - I governi di Spagna, Italia e Francia vogliono che i 73 seggi al Parlamento europeo lasciati liberi dai deputati britannici in seguito alla Brexit diventino una “circoscrizione elettorale europea” che comprenda liste transnazionali i cui candidati provengano da almeno sette nazioni differenti. Lo ha riferito ieri il quotidiano spagnolo “La Vanguardia” precisando che la proposta può essere attivata senza necessità di modificare i trattati, incorporando la nuova composizione nella legislazione elettorale che è già oggetto di revisione.

Continua a leggere l'articolo della Vanguardia

 


 

Gli investitori fanno causa a Monte dei Paschi per le obbligazioni cancellate

 

Londra, 17 nov - (Agenzia Nova) - Un gruppo di investitori internazionali ha annunciato di aver fatto causa alla banca Monte dei Paschi di Siena (MPS) per contestare l'azzeramento delle obbligazoni annunciato nel quadro della ricapitalizzazione sostenuta dallo Stato italiano: lo riferisce oggi venerdì 17 novembre il quotidiano britannico "The Financial Times", spiegando che ad essere preso di mira è l'azzeramento delle obbligazioni emesse nel 2008 con scadenza 2099 previsto dall'accordo con la Commissione europea che ha permesso alle autorità italiane di iniettare nuovi capitali in MPS. Lo studio legale Bouchoms and Braesch che rappresenta i ricorrenti ha chiesto alla corte di Lussemburgo di dichiarare "illegale" la decisione presa sulle obbligazioni in questione; in alternativa, i ricorrenti chiedono danni per un miliardo di euro. La denuncia riguarda anche le banche internazionali Mitsubish e JPMorgan che curarono l'emissione di quelle obbligazioni; e un portavoce dello studio legale ha preannunciato nei prossimi giorni anche una causa contro la stessa Commissione europea. Per il momento l'identità di questi investitori è ignota; ma il "Financial Times" fa notare che sono sempre di più i possessori di obbligazioni di banche europee che stano facendo ricorso ad azioni legali dopo che i loro investimenti sono stati svalutati o interamente azzerati nel corso del salvataggio degli istituti di credito e cita in particolare i casi del Novo Banco in Portogallo e del Banco Popular in Spagna. Dopo che l'Unione Europea nel 2014 ha deciso di consentire alle autorità bancarie di imporre ai creditori di partecipare alle perdite degli istituti di credito in difficoltà, il quotidiano britannico sottolinea la crescente insoddisfazione degli investitori per la mancata applicazione di regole uniformi e per i poteri discrezionali utilizzati da Bruxelles nelle procedure di fallimento delle diverse banche. In questo momento i possibili effetti di questa diatriba investono in particolare alcune banche italiane, come la genovese Carige o il Credito Valtellinese, a cui le autorità bancarie europee hanno imposto dei problematici aumenti di capitale per fare fronte al monte di crediti deteriorati inscritti nei loro bilanci: una imposizione contestata anche dai banchieri e dal governo italiano.

Continua a leggere l'articolo del Financial Times

 


 

Le azioni delle banche italiane cedono dopo l'annullamento dell'aumento di capitale di Carige

 

Londra, 17 nov - (Agenzia Nova) - Le azioni delle banche italiane sono crollate ieri giovedì 16 novembre alla Borsa di Milano dopo che la genovese Carige ha annunciato il ritiro del suo piano di ricapitalizzazione. L'aumento di capitale era stato chiesto alla banca regionale ligure dalle autorità europee, per fare fronte al monte di crediti deteriorati inscritti nel suo bilancio: ma il consorzio bancario che avrebbe dovuto sottoscriverlo ha fatto marcia indietro; ora il consiglio di amministrazione di Carige sta studiando quali "prossimi passi" intraprendere.

Continua a leggere l'articolo del Financial Times

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi