Insulti e cappi. La sobria protesta contro i golpisti in Turchia

Trentun militari sono stati condannati da un tribunale della provincia di Mugla a quattro ergastoli ciascuno

4 Ottobre 2017 alle 18:28

Quattro ergastoli a ciascuno dei trentun militari accusati di aver messo in atto un tentativo di colpo di stato nei confronti del presidente turco Recep Tayyip Erdogan il 15 luglio 2016. Lo ha deciso in mattinata un tribunale della provincia di Mugla che ha inflitto anche tre ergastoli semplici, mentre ha assolto l'ex colonnello Huseyin Yilmaz

 

I militari coinvolti erano tutti accusati di aver ricevuto ordini dalla rete golpista Feto, al cui vertice c'e' Fetullah Gulen, miliardario e ideologo islamico residente dal 1999 negli Stati uniti, ritenuto la mente del golpe.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi