cerca

Ai Golden Globes vincono Boyhood e Grand Budapest Hotel. Clooney ricorda Charlie Hebdo

12 Gennaio 2015 alle 00:00

Assegnati a Beverly Hills, Los Angeles, i premi del 72esimo Golden Globe Awards, i riconoscimenti conferiti negli Stati Uniti dalla stampa estera per il cinema e la televisione e che vengono ritenuti una sorta di anticipazione degli Oscar. 'Boyhood' si è aggiudicato il Golden Globe per la sezione film drammatico, mentre il premio per la sezione commedia è andato a 'Grand Budapest Hotel'. 

I milioni che hanno manifestato oggi a Parigi e in tutto il mondo "hanno marciato a sostegno dell'idea che non cammineremo nella paura. Je suis Charlie": cosi' George Clooney ha concluso il discorso di ringraziamento dopo aver ricevuto il premio speciale 'Cecil B. DeMille' per il suo impegno umanitario alla 72esima edizione dei Gloden Globes.  Sul red carpet gli attori hanno indossato spille con la scritta 'Je suis Charlie'. Lo stesso presidente dell'Associazione della stampa estera di Hollywood, Theo Kingma, ha ricordato le minacce alla liberta' di espressione "prima con la Corea del Nord e poi con gli estremisti, ma noi non cederemo", ha detto, ricevendo una standing ovation.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi