cerca

In Thailandia proclamata la legge marziale

20 Maggio 2014 alle 00:00

Il capo delle forze armate thailandesi ha dichiarato oggi la legge marziale nel paese, misura che ha permesso anche una forte restrizione della libertà di stampa. Il generale Prayuth Chan-ocha ha detto che la legge marziale e' tesa ad impedire le violenze scaturite da sei mesi di proteste anti-governative. "Ci sono dei gruppi con cattive intenzioni che vogliono creare disordini e minacciano l'uso di armi contro il popolo", ha affermato.
Prayuth ha negato di aver compiuto un golpe, sottolineando che
la legge marziale trasferisce all'esercito il controllo della sicurezza, lasciando al governo la guida degli altri settori. Ma il decreto ha permesso al comando militare di oscurare 10 televisioni satellitari ed ordinare ai media di evitare di diffondere notizie che possano creare "incomprensioni e provocare disordini".
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi