cerca

Addio allo scrittore Garcìa Marquez

18 Aprile 2014 alle 00:00

A 87 anni, si è spento lo scrittore colombiano, premio Nobel per la letteratura, Gabriel Garcìa Marquez. E' morto all'ospedale di Città del Messico, in seguito all'aggravarsi di una polmonite.
Scrittore prolifico, Marquez cominciò come giornalista fino ad arrivare al capolavoro che segnò la generazione del '68, "Cent'anni di solitudine". Proprio questo volume visionario, che descrisse in modo unico la realtà politica e sociale dell'America Latina degli anni '60, lo portò a vincere il premio Nobel per la letteratura nel 1982. Lo stile inconfondibile del "realismo magico" di "Gabo", come veniva affezionamente chiamato, univa "mito, magia e fenomeni straordinari", come usò definire lo stesso Marquez.
La morte di Gabo ha suscitato il cordoglio di tutto il mondo. "Se ne va uno dei più grandi scrittori visionari", ha detto Barack Obama.
I funerali sono in programma per lunedì prossimo a Città del Messico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi