cerca

Un sarcofago del 3300 a.C. è stato ritovato nel nord di Israele. Dilata i confini storici del Nuovo Regno d'Egitto.

11 Aprile 2014 alle 00:00

L’Autorità israeliana per le Antichità ha annunciato la scoperta di un sarcofago egizio nella zona di Nazareth nel nord del Paese. Il reperto, all'interno del quale sono state rivenute anche una serie di armi, alcune stoviglie in ceramica, e un anello con lo scarabeo d’oro, simbolo di Seti I (il faraone che regnò nel tredicesimo secolo avanti Cristo), doveva, secondo gli archeologi, contenere la salma di un alto funzionario statale appartenente all'èlite locale. Questo ritrovamento inoltre allarga i confini della gestione amministrativa egizia nel territorio valle di Jezreel, ovvero l'antica Canaan

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi