cerca

Occupy Kiev

27 Gennaio 2014 alle 00:00

Oggi il ministro della Giustizia ucraino, Olena Lukash, ha avvertito i manifestanti che hanno occupato il suo ministero, nel centro di Kiev, che potrebbe imporre lo stato d'emergenza. La Lukash, che partecipa ai negoziati tra l'opposizione e il presidente Viktor Yanukovich per trovare una soluzione alla situazione immobile, ha aggiunto alla tv che chiederà che i negoziati vengano interrotti se l'edificio non sarà liberato. Nella tarda serata di ieri decine di manifestanti hanno fatto irruzione nel ministero ignorando la manciata di poliziotti all'entrata che peraltro non ha opposto alcuna resistenza; poi, nel giro di brevissimo tempo, altri manifestanti sono accorsi e hanno eretto una barricata all'esterno dell'edificio, alta parecchi metri e fatta di sacchi riempiti di neve e altro materiale di scarto. "Sarò costretta a chiedere al presidente ucraino di interrompere i colloqui se l'edificio non viene liberato immediatamente", ha detto la Luikash. E se i manifestanti non sgombereranno l'edificio, ha aggiunto che chiederà al Consiglio di Sicurezza Nazionale di valutare "se imporre lo stato di emergenza in tutto il paese".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi