cerca

Fotografando Sandy

30 Ottobre 2012 alle 00:00

Strade deserte e asfalto umido, rami divelti piovuti sulle auto lì in sosta, qualche ristorante che fa fede alla sua insegna e resta "open 24 hours", ambulanze in coda e inutili ombrelli gettati nei cestini della città. Si è svegliata così questa mattina New York dopo il passaggio dell'uragano Sandy. L'inviato del Foglio, Mattia Ferraresi, è uscito per le strade documentando così sul suo profilo twitter (@mattiaferraresi) il day after vissuto dalla grande Mela.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi