cerca

Il più veloce, i più precisi e la più sfortunata

6 Agosto 2012 alle 00:00

La domenica olimpica appena archiviata è di quelle che ricorderemo a lungo. Usain Bolt si conferma re dei 100mt in 9'63", la squadra azzurra di fioretto si aggiudica l'oro in una combattutissima finale contro il Giappone, mentre la sfortunata Tania Cagnotto vede sfumare le sue speranze di podio per soli 20 centesimi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi