cerca

Il discorso del re

25 Ottobre 2011 alle 00:00

Novanta primavere, due regni di cui il primo a sei anni, la guerra contro nazismo e comunismo, l’esilio, la dittatura di Causescu, il ritorno dopo 45 anni. E' l’incredibile vita di re Mihai I di Romania, che oggi festeggia 90 anni. Per l’occasione ha tenuto un discorso al Parlamento di Bucarest, il primo dalla fine della Seconda guerra mondiale. Ancora amatissimo dal popolo è passato alla storia il suo primo rientro dall’esilio. Era il 1992 e ad accoglierlo nella capitale rumena c’erano un milione di persone. L’allora presidente Iliescu rimase di tanta popolarità, così che il suo ritorno permanente fu posticipato di altri cinque anni, al 1997. Con la fine definitiva dell’esilio il nuovo presidente Constantinescu gli riconsegnò la cittadinanza rumena. Oggi non ha cariche ufficiali, ma gode del titolo di re e ogni anno a Natale tiene un discorso alla nazione in diretta tv.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi