cerca

Il lutto dei fumetti

26 Settembre 2011 alle 00:00

Più che del romanzo, anche nella sua declinazione popolare, il fumetto è un succedaneo del cinema. Come il film è un prodotto collettivo. C’è l’autore del personaggio e dell’architettura narrativa. Costui può essere, ma anche non essere, l’autore del soggetto di ogni singola puntata. Il quale soggettista non è necessariamente sempre colui che scrive la sceneggiatura e i dialoghi. Poi c’è chi crea l’immagine, colui che stabilisce la fisionomia dei personaggi principali. Non tutte le puntate però sono disegnate da lui. Ci sono anche coloro che si occupano di scrivere materialmente le battute, di rendere i rumori eccetera, che si dedicano cioè al lettering, ovvero a tutto quello che in un fumetto corrisponde al sonoro di un film [continua a leggere l'articolo di Sandro Fusina]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi