cerca

Non ho l'Eta

11 Gennaio 2011 alle 00:00

In un video l’organizzazione separatista basca Eta ha annunciato una tregua “generale, permanente e verificabile dalla comunità internazionale” al fine di ricercare una soluzione “giusta e democratica” alla questione basca. Il governo spagnolo però ha reagito con freddezza: il vicepremier, Alfredo Perez Rubalcaba, ha definito l’annuncio “una buona notizia, ma non la notizia”, ovvero la fine definitiva del conflitto che va avanti da più di quarant’anni.
Euskadi Ta Askatasuna è un gruppo terroristico indipendentista nato alla fine degli anni Cinquanta, che nella sua storia ha causato 829 morti. Dopo il cessate il fuoco proclamato nel marzo 2006 dopo un negoziato con Madrid e revocato nel 2007, già il 5 settembre scorso l’Eta aveva diffuso un video in cui annunciava di voler abbandonare la lotta armata per l’indipendenza e chiedeva una mediazione internazionale. Il difficile rapporto del governo spagnolo con i separatisti baschi, a volte ritenuti incoerenti e anacronistici, hanno dato molto lavoro alla satira spagnola.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi