cerca

The social person

15 Dicembre 2010 alle 00:00

E' Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook, l'Uomo dell'Anno 2010 secondo la rivista americana "Time". A sorpresa ha superato il fondatore di Wikileaks, Julian Assange, anche lui in testa nel sondaggio a cui hanno partecipato i lettori del Time. L'editor Editor Richard Stengel, motivativando la scelta, ha detto: "Ha cambiato per sempre il modo di relazionarci gli uni con gli altri". E' l'uomo dell'anno più giovane della storia, secondo solo a Charles Lindbergh, nominato Time's Person of the Year nel 1927 all'età di 25 anni, dopo aver compiuto la prima traversata aerea dell'Oceano Atlantico in solitario e senza scalo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi