cerca

Citazioni pericolose

10 Febbraio 2010 alle 00:00

Bernard-Henri Lévy, celebre filosofo francese, ha citato, nel suo ultimo saggio 'De la guerre en philosophie', Jean-Baptiste Botul come uno dei più grandi filosofi del '900. Eppure Botul non è mai esistito: da undici anni è la creazione letteraria di un altro filosofo, Frédéric Pagès, giornalista del settimanale satirico Le Canard Enchaîné e autore de 'La vita sessuale di Kant', scritto a firma di Botul. La gaffe di Lévy, che ha già confessato l'errore, sta scatenando ilarità negli ambienti intellettuali francesi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi