cerca

Union fashion

10 Dicembre 2009 alle 00:00

Hit list che contano. Dopo Forbes che ha incoronato Obama uomo più potente della terra (http://www.ilfoglio.it/soloqui/3827), lo chicchissimo British Fashion Council, la Camera della moda di Sua maestà, ha stilato la lista del gotha della moda britannica. Re assoluto è Alexander McQueen, l’ex enfant prodige nazionale cha ha sovvertito ogni logica figurativa e, va detto, fin dall’esordio manda in passerella femmine truccate come trans. McQueen ha persino battuto l’icona della Union Jack, Vivienne Westwood, e il poshissimo Paul Smith. Fra i nomi dei potenti anche Naomi Campbell e Kate Moss, anche se più note per gli scandali da tabloid che per il loro dress code. Anche questa volta la signora Victoria Beckam, ex Spice Girl con velleità da stilista e una collezione di Kelly di Hermés, non è stata filata di striscio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi