cerca

Virus di pezza

20 Novembre 2009 alle 00:00

Se quest’anno a Natale vi regalano la salmonella o l’ebola non prendetevela: avete appena scartato uno dei peluches della Giantmicrobes, azienda statunitense specializzata in giocattoli che riproducono le fattezze di microbi, agenti patogeni, virus, ma anche cellule come il neurone e lo spermatozoo. Quello che a prima vista sembra un pupazzo divertente, colorato e dalla forma stravagante, può essere in realtà di tutto: dalla peste all’aviaria, dalla malaria al tifo o – novità di quest’anno – il virus H1N1 dell’influenza A. Ma i peluches della Giantmicrobes hanno anche una funzione educativa e quattro (epatite, HIV, tubercolosi e polio) vengono utilizzati in programmi sanitari e fanno parte della linea Professionale. Ogni pupazzo è accompagnato da una scheda tecnica che spiega cosa abbiamo tra le mani. I peluches della Giantmicrobes sono uno strumento per diffondere la cultura medica e tra il 2005 e il 2006 alcuni pezzi sono stati esposti al MoMA di New York nell’ambito della mostra “Safe: design takes on risk”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi