L'Empoli, Giampaolo e il Milan "rigenerato"

L’Empoli ha giocato alla pari contro una grande squadra “rigenerata”, ha detto con legittimo orgoglio il suo bravo allenatore, Marco Giampaolo da Bellinzona. Rigenerato, rigenerare, dal dizionario Treccani...

25 Gennaio 2016 alle 18:04

L'Empoli, Giampaolo e il Milan "rigenerato"

Un'immagine di Empoli-Milan giocata sabato 23 gennaio (foto LaPresse)

L’Empoli ha giocato alla pari contro una grande squadra “rigenerata”, ha detto con legittimo orgoglio il suo bravo allenatore, Marco Giampaolo da Bellinzona. Rigenerato, rigenerare, dal dizionario Treccani è, in senso letterale, quando si recupera un prodotto industriale o una merce attraverso specifica lavorazione, per esempio la lana, una batteria, uno smartphone. Non è questo il caso. Oppure, sempre in senso letterale, quando in campo medico biologico si formano di nuovo, in tutto o in parte, elementi amputati, venuti via, di organismi viventi, la coda della lucertola, le penne degli uccelli, il pelo e sotto pelo del cane, i capelli di Berlusconi, le mie emorroidi. Non è questo il caso. In senso figurato invece, viene usato quando qualcuno nasce a nuova vita nel segno della grazia, per i cristiani evangelici è la rigenerazione dello spirito umano attraverso l’opera dello spirito santo, come scrisse il Tasso “nacqui pagano ma poi ne le sant’acque rigenerarmi a Dio per grazia piacque”. Nemmeno questo è il caso.

 

Rimane l’ultimo significato figurato, vale in campo storico e sociale sempre secondo il dizionario: ricondurre un popolo, un uomo, una comunità ad antica dignità, gloria, grandezza. Anche noi dunque avremmo un Churchill.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi